ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPrimo Piano

Anche i commercialisti a lezione di dati e di economia digitale

di Francesco Nariello

(AdobeStock)

2' di lettura

Dalle strategie per portare l’innovazione al centro delle decisioni di business, attraverso nuove tecnologie, alla capacità di sfruttare la grande mole di dati e informazioni digitali a disposizione, fino alla gestione del rischio informatico e alle opportunità connesse a strumenti di finanza alternativa. Per i professionisti – commercialisti ed esperti di consulenza aziendale/finanziaria – sapersi muovere nel campo della trasformazione digitale è sempre più un «must»: ecco alcune delle opportunità per acquisire le competenze richieste dal mercato.

A focalizzare uno specifico campo di integrazione tra conoscenze economico-finanziarie e digitali è la magistrale della Bocconi in Cyber Risk Strategy and Governance, di cui lo scorso anno – con i primi laureati – si è completato il ciclo inaugurale. Il corso nasce dalla partnership fra l’ateneo milanese e il Politecnico di Milano, unendo le aree di eccellenza delle due università in un programma fortemente interdisciplinare. «Gli studenti – spiega Greta Nasi, direttore del percorso – acquisiscono le competenze per valutare, governare e gestire rischi e opportunità relativi all’ambito digitale e dell’innovazione tecnologica». «L’obiettivo – prosegue – è formare figure professionali in grado di gestire il cyber risk in un’ottica trasversale giuridico-economica, per orientare decisioni strategiche e implementare le azioni necessarie a limitare nelle aziende i rischi dell’economia digitale».

Loading...

Appena nata a Roma Tre la laurea triennale in Economia e Big Data, attiva presso il Dipartimento di Economia dallo scorso anno allo scopo di «costruire» le competenze necessarie a comprendere e gestire i processi generati dalla trasformazione digitale, in particolare nel campo dei dati, della loro analisi e valorizzazione dell’informazione in essi contenuta per disegnare le strategie delle aziende. Debutterà nel 2022-2023 a Bergamo il corso di alta formazione in Data Analyst per decisioni strategiche (Dads) che si rivolge sia a neolaureati che a professionisti che vogliano «estendere o aggiornare le proprie competenze e abilità nella gestione, analisi e condivisione dei dati e nel gestire problematiche aziendali connesse»; attivo presso l’ateneo lombardo anche il master di primo livello in Digital Business Development – Sviluppo del business e dei canali digitali.

La Cattolica, sede di Cremona, ha lanciato quest’anno la laurea magistrale in Innovazione e imprenditorialità digitale, per creare professionisti in grado di seguire le imprese nelle sfide dell’economia digitale. Di recente attivazione a Bologna, infine, il master di primo livello in Finance e Fintech con insegnamenti che spaziano da Blockchain finance a Big Data for Industry 4.0.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti