eit awards

Anche un italiano (emigrato in Danimarca) tra i grandi innovatori europei

Filippo Bosco si aggiudica uno degli Eit Awards, per la sua startup attiva nelle nanotecnologie. Con sede a Copenaghen

di B.Sim.

Filippo Bosco

2' di lettura

C'è anche un italiano fra i vincitori degli Eit Awards, i premi per l'innovazione dell'Istituto europeo di innovazione e tecnologia (Eit). Si chiama Filippo Bosco, milanese, che in Danimarca ha fondato la BluSense Diagnostics (azienda con sede a Copenaghen). Ha vinto l'Eit Venture Award, premio indirizzato alle start-up e scale-up che hanno beneficiato del sostegno alla creazione e accelerazione di impresa da parte della Comunità dell'Eit.

«Siamo motivati dalla prospettiva di trasformare la ricerca in prodotti che migliorino le vite delle persone e riducano l'impatto delle malattie. Il sostegno all'impresa che abbiamo ricevuto dall'”Iniziativa dell'Eit in risposta alla crisi” ci permette di affrontare i principali punti critici nella produzione con un elevato impatto sociale previsto», ha detto Bosco commentando il risultato.

Loading...

L'ingegnere milanese ha creato la BluSense Diagnostics che di fatto è uno spinoff del Dipartimento di micro e nanotecnologia presso l'Università tecnica della Danimarca (Dtu Nanotech). Si tratta di una realtà che propone tecnologia medica e ha uffici a Copenhagen e Taipei. In questi anni, la BluSense ha lavorato a tecnologie innovative usate per la diagnosi e la cura delle febbri Zika e Dengue.

Tra i 26 finalisti, ad aggiudicarsi il primo premio per le innovazioni nei settori del clima, della salute, della produzione e dell'energia innovativa sono stati Chaitanya Dhumasker, di MonitorFish (Germania), Andreu Martínez Climent, di ACORYS (Spagna), Filippo Bosco, di BluSense Diagnostics (Danimarca), Cristina Aleixendri Muñoz, di Bound4Blue (Spagna) e Karthik Laxman Kunjali, di Stockholm Water Technology (Svezia).

I vincitori sono stati scelti da una giuria internazionale tra 26 candidati che concorrevano in quattro categorie. E anche il pubblico ha potuto esprimere la propria preferenza con l'Eit Public Award, che ha visto l'assegnazione di oltre 5mila voti online.

Nel riconoscere l'eccellenza dell'innovazione, i candidati hanno illustrato i loro prodotti e servizi che accelerano la transizione dell'Europa verso un futuro più verde, più sano e più digitale.«È evidente che l'innovazione svolgerà un ruolo fondamentale nella ripresa dell'Europa. – ha detto Mariya Gabriel, commissaria europea per l'Innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e i giovani -. Le tante menti brillanti e le loro tecnologie illustrate sono l'ennesima dimostrazione che l'approccio unico dell'Eit all'innovazione sta sostenendo una nuova generazione di imprenditori e servizi per l'Europa».

Per Gioia Ghezzi, presidente del consiglio di amministrazione dell'Eit, questi premi «non riconoscono solo gli straordinari risultati raggiunti dagli innovatori e dagli imprenditori più brillanti d'Europa, ma anche la loro resilienza in questi tempi eccezionali. Con innovazioni all'avanguardia in vari settori, dalla salute al clima e dall'alimentazione alla digitalizzazione, i candidati 2020 rappresentano soluzioni alle molte sfide che deve affrontare attualmente l'Europa».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti