ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAutomotive

Anche Vw sposa Qualcomm per la guida automatizzata. Accordo da 1 miliardo

Il Ceo del gruppo Herbert Diess, 63 anni, è stato alla fine della scorsa settimana presso la sede della società di chip a San Diego per la chiusura dell’intesa

(Epa)

2' di lettura

Apple punta a internalizzare un’altra parte della catena produttiva entro i prossimi 2 anni. L’obiettivo è fare in casa i modem per iPhone, iPad e AppleWatch. Già nel novembre scorso, ha ricordato il Wall Street Journal, Qualcomm, aveva detto di aspettarsi di scendere al 20% (dall’attuale 100%) nel 2023 nelle forniture dei modem 5g per i dispositivi mobili di Apple. Questo non può non avere un effetto sui titoli del settore, ovvero dei fornitori di Apple. Ma per una porta che si chiude eccone un’altra o più che si aprono. La società americana sta chiudendo diversi accordi nel settore dell’Automotive con i maggiori gruppi. La necessità è quella di mettere in cantiere la produzione di auto iperconesse con guida ad alto livello di automazione. Dopo la firma con Stellantis, che prevede il via dal 2024 all’impiego del digital chassis Snapdragon per esperienze in-vehicle intelligenti, personalizzabili e immersive, ecco Volkswagen.

Il gruppo tedesco utilizzerà il “System on Chip” (SoC) di Qualcomm, sviluppato appositamente per la guida automatizzata, per tutti i marchi in tutto il mondo, ma a partire dal 2026, ha riportato il quotidiano “Handelsblatt”, citando ambienti del gruppo. L’accordo, che durerà fino al 2031, costerà a Volkswagen più di un miliardo di euro. VW non ha commentato la notizia. Una conferma arriva dal fatto che il Ceo del gruppo Herbert Diess, 63 anni, è stato alla fine della scorsa settimana presso la sede di Qualcomm a San Diego per la chiusura dell’intesa. Il ruolo di Diess è tornato in discussione nelle ultime settimane per i presunti ritardi sullo sviluppo del software della divisione Cariad. Ritardi che metterebbero a rischio la tempistica di uscita di alcuni modelli di punta del gruppo.

Loading...

Il secondo produttore automobilistico del mondo, con sede a Wolfsburg, è ora l’ultima grande casa tedesca a impegnarsi in una cooperazione a lungo termine sui chip. Anche Bmw ha firmato un accordo proprio con Qualcomm, mentre Mercedes-Benz si è affidata al produttore di chip statunitense Nvidia. (Al.An.)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti