TALENTI EMERGENTI

Angelo Cruciani porta il suo marchio Yezael su Tik Tok

Lo stilista è molto seguito sui social e punta a rafforzare la connessione con le generazioni più giovani, in Italia e nel mondo

di Redazione Moda

default onloading pic

Lo stilista è molto seguito sui social e punta a rafforzare la connessione con le generazioni più giovani, in Italia e nel mondo


2' di lettura

Per una settimana della moda interamente digitale - quella che si svolse in luglio a Milano, con le sole eccezioni delle sfilate di Etro e Dolce&Gabbana - scegliere Tik Tok potrebbe sembrare naturale. Non è proprio così, perché il social più amato dagli under 18 non è facile da maneggiare quanto possono esserlo Instagram o Youtube.

Collezioni donna e uomo
«È questione di età e relativo linguaggio, certo. Ma la rivoluzione portata da internet ha cambiato il concetto di coorti generazionali», spiega Angelo Cruciani, artista e stilista, che ha scelto di presentare la collezione donna e uomo del suo marchio Yezael su Tik Tok (in alto, due look per la primavera-estate 2021). «Chi ha eletto questo social come preferito magari ha un fratello di pochi anni più grande che ne usa altri – aggiunge –. La mia formazione mi porta a seguire la voce interiore di artista, ma cerco di ascoltare con la massima attenzione quello che dicono e fanno i più giovani, sul web e nella vita reale».

Un social «allegro»
Da qui la scelta del mezzo, Tik Tok, ma anche dello stile della collezione: «Facebook è una sorta di diario, Instagram la fiera delle vanità, Tik Tok è soprattutto divertimento – conclude Cruciani –. Così vuole essere la mia moda: allegra e leggera ma con un occhio a un aspetto sostanziale, la sostenibilità. La generazione Greta esiste davvero: sono ragazzi che vogliono salvare il pianeta. Divertendosi, però».

NOTA PER I LETTORI: Nella versione pubblicata il 17 luglio 2020 nelle pagine di Moda del Sole24Ore, l’articolo era affiancato da una foto nella quale un modello indossava una giacca a vento di Yezael della collezione primavera-estate 2020. Nella didascalia era stato erroneamente indicato che si trattava di una collaborazione tra Yezael e Kway. Ci scusiamo per l’errore con i lettori e con gli interessati: Angelo Cruciani, Yezael, Kway e Basicnet, la società che possiede il marchio Kway.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti