Borsa

Angry Birds in picchiata, Rovio crolla a Helsinki dopo profit warning

di Stefania Arcudi

(Imaginechina)

2' di lettura

Crollo verticale per Rovio Entertainment che perde poco meno del 50%. Il titolo ha quasi dimezzato il proprio valore alla Borsa di Helsinki, dopo che il produttore finlandese di giochi online, tra cui Angry Birds, ha lanciato un profit warning sulla scia della trimestrale che ha messo in luce vendite deludenti. Le azioni, che fanno nettamente peggio del listino di riferimento a Helsinki (segui qui l'andamento dell'indice), in calo più contenuto, e bruciano quasi la metà della capitalizzazione di mercato, scivolata sotto i 400 milioni di euro .

Rovio prevede per il 2018 margini operativi tra il 9 e l'11%, contro il 10,6% dell'anno scorso e vendite tra 260 e 300 milioni di euro, contro i 297 milioni dell'anno scorso: gli analisti attendono invece margini pari al 14,5% e vendite per 336 milioni. Nel quarto trimestre la società ha visto salire il fatturato del 17% a 73,9 milioni, comunque al di sotto dei 79,1 milioni attesi dagli analisti. Tutto questo non fa che aumentare il malumore degli investitori, già scettici sull'opportunità della quotazione dell'anno scorso: a preoccupare è l'aumento dei costi e la perdita di redditività, visto che il gruppo aveva conosciuto una rapida crescita dopo il lancio di Angry Birds nel 2009, ma ha poi progressivamente perso terreno scivolando in perdita e tagliando un terzo del personale nel 2015. «La concorrenza nel settore dei giochi mobile è molto serrata e acquisire utenti è diventato più costoso per le società», ha detto Atte Riikola, analista di Inderes Equity Research, sottolineando che «si ritiene che il settore vada verso una buona crescita, ma al momento potrebbe essere caratterizzato da un eccesso di investimenti».

Loading...

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti