Cinema

Anica, via al nuovo Consiglio generale e al Codice di condotta antitrust

Si è insediato il Consiglio generale dell’Anica. E il primo atto è stata l’approvazione all’unanimità di un Codice di Condotta Antitrust

1' di lettura

Il primo atto è stato l'approvazione di un Codice di condotta antitrust. Passaggio in fondo necessario considerando che la “famiglia” si è allargata: alle tre unioni fondative, quella dei produttori, dei distributori cinematografici e delle imprese tecniche, se ne sono aggiunte altre tre: editor e creatori digitali, esportatori internazionali ed editori media audiovisivi.
Insomma, un ampliamento e trasformazione dell’Anica come piattaforma rappresentativa delle diverse realtà della filiera industriale e creativa del cinema, dell’audiovisivo e del digitale, che ha richiesto un passaggio che a suo modo ha una componente innovativa.

Il Consiglio generale dell'Anica, insediato nel corso di una videoriunione presieduta da Francesco Rutelli si legge in una nota si è dunque insediato. Era presente anche Cartoon Italia (associazione aderente in rappresentanza delle 40 imprese dell’animazione italiana).

Loading...

Come primo atto il consiglio ha approvato all’unanimità, continua il comunicato, un rigoroso e innovativo Codice di condotta Antitrust. Nella prossima riunione è atteso un approfondito esame della situazione dell’industria e del mercato, con le enormi criticità e le nuove opportunità, legate all’impatto della pandemia sul pubblico del Cinema e alla crescita della diffusione plurale della fruizione del prodotto cineaudiovisivo.

«Occorrono visione d’insieme – ha detto Rutelli – dialogo trasparente e leale, proposte e risposte immediate e concrete in costante collaborazione con il Governo e le istituzioni. Solo così sarà possibile superare le gravi difficoltà e valorizzare le grandi potenzialità di questo comparto così importante per la società italiana, per la ricchezza culturale e creativa e per l’occupazione».


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti