ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLavoro

Ansaldo Energia, Cdp valuta ricapitalizzazione. Sciopero sospeso

Altra giornata di mobilitazione per i dipendenti che hanno attivato un picchetto in fabbrica e marciato per le vie del capoluogo ligure, bloccando anche l’aeroporto di Genova

Aggiornato il 13 ottobre 2022 alle ore 18:22

Genova, la mobilitazione dei lavoratori di Ansaldo Energia (Ansa)

2' di lettura

Cdp Equity sta «valutando tutte le iniziative di intervento possibili, ivi compresa la ricapitalizzazione della Società eventualmente con il concorso di altri soggetti, anche attraverso la conversione a patrimonio del prestito soci di 200 milioni di euro erogato nel 2019, con l’obiettivo di rafforzare la società e di preservarne competenze e valore». Questo passaggio è contenuto in una lettera di Cassa depositi e prestiti diffusa nel pomeriggio. Il documento è stato letto ai lavoratori di Ansaldo Energia che, al secondo giorno di manifestazioni, hanno occupato l’Aeroporto di Genova.

Dopo la lettura della lettera di Cpd Equity gli operai di Ansaldo Energia hanno lasciato l’aeroporto e lo scalo ha riaperto regolarmente. Secondo quanto appreso, la manifestazione di domani è sospesa.

Loading...

Alcuni lavoratori avevano organizzato in mattinata un blocco nella zona d’ingresso degli imbarchi, bloccando l’operatività dello scalo. Appeso lo striscione che apriva il corteo «Non vi faremo chiudere Ansaldo Energia». Nella giornata di mercoledì la protesta aveva portato a numerosi blocchi stradali. Intanto, si è tenuto l’incontro convocato dal governatore Giovanni Toti con i rappresentanti sindacali nel palazzo di Regione Liguria. I lavoratori hanno chiesto alle istituzioni di scendere in corteo con loro a difesa dell’occupazione.

Tensioni in aeroporto, contusi 3 agenti e una decina di operai

Sono tre i poliziotti del Reparto Mobile in servizio d’ordine per la protesta dei lavoratori di Ansaldo Energia rimasti contusi stamattina all’aeroporto di Genova. I poliziotti sono rimasti feriti quando i lavoratori Ansaldo Energia hanno sfondato il cordone di una decina di agenti che impediva l’accesso allo scalo. Dieci invece, secondo quanto riferito dalla Fiom, gli operai contusi nel breve e unico momento di tensione avvenuto stamattina.

«Nessuna vertenza sindacale legittima azioni di teppismo che danneggiano altri lavoratori e tutti i cittadini di Genova. I propri diritti non si difendono calpestando i diritti di altri. Questo indebolisce ogni giusta rivendicazione contrapponendo lavoratori a lavoratori. Spiace che nonostante il totale appoggio comunicato stamani da Regione e Comune alle delegazioni sindacali e le rassicurazioni fornite per quanto possibile si sia scelta la strada delle occupazioni illegali, delle interruzioni dei servizi pubblici e dell’arbitrio», hanno commentato il governatore ligure Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci dopo il blocco dell’aeroporto da parte dei lavoratori di Ansaldo Energia.

La reazione dei sindacati non si è fatta attendere. «Ma quale teppismo, questa è una lotta di lavoratori che si esprime con modalità più aspre. Dopo la giornata di ieri che si è conclusa con un comunicato senza risposte questi sono i risultati», replica il segretario genovese della Fiom Stefano Bonazzi. «Ieri evidentemente il messaggio nei palazzi romani non è arrivato - conclude -, vediamo se arriva oggi. È ora che a Roma qualcuno si svegli».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti