Attualita

Antagonisti in piazza a Padova contro Bolsonaro, scontri con la polizia e idranti in azione

Il presidente brasiliano, che avrebbe dovuto recarsi in visita privata alla Basilica di Santo Antonio, contestato da 500 giovani. Fermata una ragazza

Bolsonaro ad Anguillara Veneta, paese dei bisnonni: bagno di folla e proteste

2' di lettura

Circa 500 giovani dei gruppi antagonisti e dei centri sociali si sono radunati nel pomeriggio a Padova per l’arrivo del Presidente del Brasile Jair Bolsonaro, che aveva in programma nel pomeriggio di lunedì una visita privata alla Basilica di Santo Antonio, poi effettuata solo in serata. I giovani hanno subito una carica della polizia quando hanno cercato di sfondare il cordone di sicurezza ed avvicinarsi alla basilica. Sono stati utilizzati anche cannoni ad acqua per disperdere i manifestanti che hanno lanciato contro le forze dell'ordine oggetti vari. Una ragazza è stata fermata, identificata e presa in custodia dalle forze dell’ordine al termine della prima carica. La sua posizione è ora al vaglio degli inquirenti.

Scontri fra polizia e manifestanti anti-Bolsonaro a Padova

Scontri fra polizia e manifestanti anti-Bolsonaro a Padova

Photogallery11 foto

Visualizza

«Nel pomeriggio appartenenti ai centri sociali della città e del Veneto, non rispettando il preavviso di manifestazione statica inoltrato alla Questura di Padova, si sono mossi contro lo schieramento delle forze di polizia posto a tutela della Basilica di Sant'Antonio, all'evidente scopo di impedire la visita del presidente del Brasile Jair Bolsonaro. E’ stato, pertanto, necessario un intervento coattivo di discioglimento, anche mediante l'uso dell'idrante della Polizia di Stato ed il contributo delle unità cinofile. Una persona è stata fermata e la sua posizione è al vaglio della Digos. Al momento è in corso un attento studio dei filmati per individuare ed identificare i responsabili degli scontri», spiega in una nota la questura di Padova.

Loading...

In mattinata Bolsonaro era stato ad Anguillara per ricevere la cittadinanza onoraria. Qui si è incontrato anche con alcuni lontani parenti, discendenti della famiglia Bolsonaro che a fine ’800 emigrò in Brasile. E anche qui c’era stata una manifestazione di protesta.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti