Concorrenza

Antitrust Ue apre inchiesta su Facebook, nel mirino uso dati pubblicità

L'inchiesta valuterà anche se Facebook collega il suo servizio di annunci classificati online “Facebook Marketplace” al suo social network, in violazione delle regole di concorrenza europee

di Antonio Pollio Salimbeni

Google multata per 100 mln di euro, abuso di posizione dominante

3' di lettura

La Commissione europea ha aperto un'inchiesta formale per valutare se Facebook ha violato le regole di concorrenza usando dati pubblicitari raccolti in particolare da inserzionisti per competere con loro nei mercati in cui il gruppo digitale è attivo come quello degli annunci. L'inchiesta valuterà anche se Facebook collega il suo servizio di annunci classificati online “Facebook Marketplace” al suo social network, in violazione delle regole di concorrenza europee.

Una iniziativa analoga è stata promossa dalla Competition and Markets Authority, l’Antitrust britannico.

Loading...

«Facebook - ha detto la commissaria Ue alla Concorrenza Margrethe Vestager - è utilizzato da quasi 3 miliardi di persone su base mensile e quasi 7 milioni di aziende fanno pubblicità sulla piattaforma, che raccoglie grandi quantità di dati sulle attività degli utenti del suo social network e oltre, consentendogli di rivolgersi a gruppi di clienti specifici. Esamineremo in dettaglio se questi dati diano a Facebook un vantaggio competitivo indebito, in particolare nel settore degli annunci economici online, in cui le persone acquistano e vendono beni ogni giorno e Facebook compete anche con le aziende da cui raccoglie dati. Nell’economia digitale di oggi, i dati non dovrebbero essere utilizzati in modi che distorcono la concorrenza».


Attraverso Facebook Marketplace gli utenti di Facebook possono acquistare e vendere beni gli uni dagli altri. Ora la Commissione esaminerà in dettaglio se la posizione di Facebook nei social network e nella pubblicità online le consente di danneggiare la concorrenza nei mercati vicini, in cui Facebook è attivo anche grazie al suo social network, e in particolare nelle classificate ‘annunci on line”. Quando pubblicizzano i propri servizi su Facebook, le aziende che competono direttamente anche con Facebook possono fornire al gruppo digitale dati di valore commerciale. Facebook potrebbe quindi utilizzarli per competere con le società che li hanno forniti.

Ciò vale in particolare per i fornitori di annunci economici online, le piattaforme su cui molti consumatori europei acquistano e vendono prodotti. I fornitori di annunci economici online pubblicizzano i loro servizi sul social network di Facebook. Allo stesso tempo, competono con il servizio di annunci economici online di Facebook, “Facebook Marketplace”.A seguito di un’indagine preliminare, la Commissione teme che Facebook possa falsare la concorrenza per i servizi di annunci economici online. In particolare, Facebook potrebbe utilizzare i dati ottenuti da fornitori concorrenti nel contesto della loro pubblicità sul social network di Facebook, per aiutare Facebook Marketplace a superarli. Facebook potrebbe, ad esempio, ricevere informazioni precise sulle preferenze degli utenti dalle attività pubblicitarie dei suoi concorrenti e utilizzare tali dati per adattare Facebook Marketplace.

La Commissione esaminerà inoltre se il modo in cui Facebook Marketplace è integrato nel social network costituisce una forma di collegamento che conferisce al gruppo un vantaggio nel raggiungere i clienti e preclude i servizi di annunci economici online concorrenti. Se accertate, le pratiche oggetto di indagine possono violare le regole di concorrenza sugli accordi anticoncorrenziali tra imprese e/o sull’abuso di posizione dominante.Anche la Competition and Markets Authority del Regno Unito ha avviato oggi la propria indagine sull’utilizzo dei dati da parte di Facebook. La Commissione europea cercherà di lavorare a stretto contatto con la Cma man mano che le indagini indipendenti proseguono.

«Continueremo a collaborare pienamente alle indagini per dimostrare che non hanno fondamento». Così un portavoce di Facebook. «Lavoriamo per sviluppare costantemente servizi nuovi e migliori che possano soddisfare le esigenze in evoluzione delle persone che usano Facebook - prosegue il portavoce - Marketplace e Dating offrono alle persone più scelta ed entrambi i prodotti operano in un contesto altamente competitivo, che presenta altri grandi player».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti