Musica

Antonella Ruggiero per l’Europa dei Giusti

di Cristina Battocletti


default onloading pic
Antonella Ruggiero (Agf)

3' di lettura

La grande estensione vocale di Antonella Ruggiero per i Giusti d’europa. Questa sera, alle 2045 (ingresso libero), la storica voce dei Matia Bazar si esibirà nel Duomo di Milano per celebrare la Giornata dei Giusti dell’Umanità, organizzata dall’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano, in collaborazione con la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, il Comune di Milano e Gariwo.

Ad accompagnare la cantante si alterneranno Adriano Sangineto all’arpa, e Alessandro La Ciacera, Roberto Olzer ed Emanuele Carlo Vianelli all’organo, il più grande d’Italia, iscritto nell’albo d'oro dei quindici organi più grandi del mondo. Nel repertorio, musica sacra e brani ispirati alla tradizione popolare devozionale. Antonella Ruggiero ha sperimentato diverse forme sonore e artistiche, dalla musica sacra al jazz, passando per la musica ebraica, portoghese, orientale e della tradizione popolare.

Prima del concerto i saluti di Mario Delpini, arcivescovo di Milano, del Sindaco di Milano Giuseppe Sala e del Presidente di Gariwo, Gabriele Nissim, scrittore (l’ultimo dei suoi libri, Il bene possibile. Essere giusti nel proprio tempo, Utet) , fondatore e anima di Gariwo, la foresta dei Giusti.

«Considero la giornata dei Giusti - spiega Nissim - una giornata della speranza. In ogni situazione l’essere umano può reagire. Non esiste un determinismo della storia. Cerchiamo i giusti ovunque, tra le persone che si oppongono agli autoritarismi, ai genocidi, ai semi del male. Non occorre essere né santi, né eroi. Basta mettere la faccia e il coraggio». Dal colonnello sovietico Stanislav Petrov, che scongiurò una guerra atomica con gli Stati Uniti, a Hamadi ben Abdesslem, la guida tunisina che nel 2015, durante un attacco terroristico, ha scortato verso l’uscita del Museo del Bardo quarantacinque turisti italiani. «Siamo in una situazione di bilico. Vincerà l’Europa o i nazionalismi? Credo che la Giornata per L’Europa dei Giusti abbia questo significato. Sta a noi difendere questa idea d’Europa in tutta Italia».

Il concerto darà inizio alle celebrazioni per la Giornata dei Giusti dell’Umanità, che culmineranno nella cerimonia del 14 marzo al Giardino al Monte Stella alle ore 9.30, quando saranno onorati Istvan Bibo, intellettuale ungherese, coscienza critica della nazione sulle collusioni del Paese con il nazismo; Simon Weil, ebrea francese sopravvissuta alla Shoah, prima donna Presidente del Parlamento europeo; Wangari Maathai, ambientalista keniota, prima donna africana a ricevere nel 2004 il Premio Nobel per la pace; Denis Mukwege, medico congolese impegnato a curare le donne vittime dello “stupro come arma di guerra”, Premio Nobel per la pace 2018. (Vedi l’elenco su it.gariwo.net).

    Recentemente il ministro dei Beni Culturali, Alberto Bonisoli, aveva bloccato i lavori al Giardino dei Giusti a Monte Stella a Milano. «Il ministro dei beni culturali ha raccolto l’idea di alcuni contestatori e ha saltato qualsiasi forma di democrazia rappresentativa. Per ogni luogo e monumento ci possono essere idee diverse, ma non dopo che un progetto, che ha subito delle modifiche, è stato approvato dal consiglio di zona, due volte dalla Giunta e dal Tar. Il ministro chiedeva che il Monte Stella avesse una tutela monumentale, che a Milano è prevista solo per il Duomo e Santa Maria delle Grazie. Grazie alla mobilitazione della Milano democratica è tornato indietro. Ha detto che avrebbe fatto delle dichiarazioni a favore del Giardino, che sarebbe venuto alle celebrazioni, ma stiamo ancora aspettando. La polemica ha però creato un’atmosfera d’odio, sono circolati volantini contro di me e la mia famiglia, in cui si diceva che vogliamo distruggere il Monte Stella. Sono fatti di una pericolosità estrema: la nostra città è diventata capitale morale del giardino dei giusti, abbiamo fatto fare una legge che è stata approvata al Parlamento europeo e italiano. Un capovolgimento dei valori inimmaginabile dieci anni fa».

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...