Videogiochi

Apex Legends più veloce di Fortnite: 25 mln di giocatori in una settimana

di Francesco Serino


default onloading pic

3' di lettura

Una nuova meteora si è abbattuta all'improvviso sull'industria dei videogiochi, altri dinosauri rischiano di estinguersi? Probabilmente il nome Apex Legends ancora non vi dirà nulla, ma se il suo successo istantaneo continuerà a crescere con questa velocità, e nulla fa pensare che le cose cambieranno a stretto giro, molto presto questo nuovo gioco finirà alle orecchie e sulla bocca di tutti, esattamente come in passato è successo con i Pokémon o con il più recente e “caldo” Fortnite.
Apex Legends è stato protagonista di un lancio come mai se ne erano visti in passato: nessun annuncio in anticipo, nessuna canonica campagna marketing a spianargli la strada.

Il gioco è stato semplicemente svelato poche ore prima del suo arrivo online attraverso un messaggio chiaro e diretto: è divertente, è gratis ed è già disponibile. L'unica concessione a una strategia di marketing incentrata proprio sulla mancanza di una vera e propria strategia, è il coinvolgimento dei più famosi streamer di Twitch, chiamati in massa a giocare ad Apex Legends in diretta. Anche il pedigree degli sviluppatori dietro al progetto ha certamente aiutato nel dare al debutto in sordina sufficiente credibilità e attenzione: sono infatti gli stessi che hanno inventato e reinventato per ben due volte il mondo degli action game a sfondo storico, prima trasformando il Medal of Honor di Electronic Arts in un classico, e successivamente creando per Activision niente di meno che Call of Duty. Tornato in Electronic Arts, lo studio ha creato da zero un'altra promettente serie, Titanfall, che nonostante le sue innegabili qualità non è riuscita però a imporsi commercialmente. Quello che non è riuscito a Titanfall sembra essere riuscito ad Apex Legends che, dal suo arrivo ad oggi e nonostante le differenze sostanziali, ha reso improvvisamente inadeguati tutti gli altri battle royale, a partire da Fortnite fino ad arrivare al precursore più serioso PUBG.

Apex Legends, il video

Il fenomeno Apex Legends. In otto ore Apex Legends è stato scaricato da un milione di persone, decuplicate dopo solo settantadue ore. Per arrivare a dieci milioni di download, Fortnite ci ha messo quattro giorni in più, ovvero una settimana: quanto è bastato ad Apex Legends per sfondare quota venticinque milioni di utenti (due milioni i giocatori collegati contemporaneamente). Numeri da capogiro che appaiono modesti solo se confrontati con quanto fatto registrare dopo un anno da Fortnite, ma che se la traiettoria del gioco prodotto da Electronic Arts non subirà battute d'arresto non appaiono certo così lontani. Del resto, a differenza di Fortnite, Apex Legends non nasce come un gioco diverso per poi essere successivamente riadattato in corsa, e rispetto a PUBG appare subito tecnicamente ben definito e non un costante work in progress, e tutto questo ne fa il primo battle royale di nuova generazione: completo, vincente ed estremamente calibrato, tanto da colpire positivamente anche chi non ha mai apprezzato questa particolare declinazione del videogioco competitivo. Naturalmente c'è già una roadmap di eventi e novità pensata per tenere vivo l'interesse verso questo gioco; tra circa un mese inizierà anche la prima “season” con la possibilità di acquistare un abbonamento che consenta, esattamente come in Fortnite, di accedere a nuove personalizzazioni di personaggi e armi.

Il grande successo di Apex Legends sta aiutando anche a ridare lustro ad Origin, lo store online di Electronic Arts per i possessori di Pc che non ha mai brillato in popolarità e che mai come ora, con l'assalto alla diligenza Steam in corso perpetrato dal neonato Epic Store, necessitava una riscoperta da parte del pubblico per non finire nell'irrilevanza più totale. L'unico aspettavo negativo di un successo di cui Electronic Arts, dopo tanti scivoloni, aveva urgente bisogno, è il pericolo che in qualche modo vada a offuscare la popolarità di Anthem, il nuovo titolo Bioware che la stessa Ea si appresta a lanciare nei prossimi giorni.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...