Dal cicloturismo alle salite, dall'allenamento alle ciclabili top, i migliori siti e app gratuiti per ciclisti

7/12Bike

App per ciclisti / Climbs.bike per studiare le salite prima di affrontarle

Le salite ossessionano i ciclisti più di ogni altra cosa. “Le grandi salite in bicicletta - esordisce il collega del Sole24Ore Riccardo Barlaam nel suo godibilissimo La vertigine della salita (ediciclo editore, 2016) -cominciano già nella mente. Te le immagini prima, le studi, guardi l'altimetria, le foto, le pendenze, massime e medie. Ascolti i racconti di chi ci è già passato ed è arrivato su, fino in cima”. Nonostante l'amore irrazionale dei ciclisti per gli itinerari che sfidano la gravità, i siti specializzati sulle salite non hanno mai abbondato.

“Una delle poche risorse a disposizione di noi ciclisti arrampicatori”, rivela Andrea Facheris, con il fratello Marco e il socio Daniele Difini ideatore e programmatore del nuovo climbs.bike, “era salite.ch fermo a standard tecnici degli anni '90, un sito cui l'utente non può contribuire se non contattando via mail il webmaster”. Ciò nonostante, salite.ch possiede un database di 12.000 itinerari verticali, salite iconiche del ciclismo mondiale rese immortali dal Giro d'Italia, dalla Vuelta e dal Tour de France, ma anche le salite in Germania (ben 505), in Belgio (1.012), in Svizzera (624) e in tantissimi altri Paesi. Online in versione beta dal 7 settembre, climbs.bike ne ha, nel momento in cui scriviamo, 571, caricate spontaneamente dai ciclisti che hanno scoperto il sito e dagli stessi programmatori.

L'idea è quella di indurre il grimpeur a registrarsi gratis e a caricare la propria salita inserendo in due campi, la località d'inizio e di fine oppure usare lo zoom sulla mappa ricavata da OpenStreetMap. Si crea così automaticamente una breve e sintetica scheda cui mancherebbe, per un vero salto qualitativo, un minimo di storytelling, con la lunghezza, il dislivello, il profilo altimetrico, la categoria e il coefficiente di difficoltà. La registrazione è attualmente gratuita. In futuro, finalizzata l'integrazione con Strava, potrebbe essere a pagamento.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti