INDISCREZIONE

Apple Car, a volte ritornano! E Musk svela: volevo vendergli Tesla

Apple starebbe riconsiderando l'idea di produrre un'auto elettrica di massa entro il 2024. La vettura sarebbe equipaggiata di una batteria “made in Cupertino” con una grande autonomia.

di Corrado Canali

Nuove auto 2021, ecco i modelli in arrivo

3' di lettura

L'indiscrezione, che potrebbe rivelarsi l'ennesima fake news, è stata riportata da vari magazine online e pubblicata dall'agenzia di stampa Reuters. Secondo queste “indiscrezioni” che citano alcune (e non ben definite) fonti interne al colosso dell'hi tech, Apple avrebbe deciso di produrre un'auto elettrica equipaggiata con batterie industrializzate dalla stesso brand con un design che ne ridurrebbe non solo il costo, ma ne allungherebbe la durata in termini di chilometri percorsi.

L'idea, però, non è nuova visto che si tratterebbe di un progetto che già Apple aveva avviato nel 2014 sulla base del cosiddetto Project Titan che poi successivamente aveva abbandonato. E la macchina elettrica di Apple avrebbe dovuto vedere la luce nel 2020. E questo non è accaduto.

Loading...

Una scelta in controtendenza rispetto a Google

Da segnalare che l'obiettivo di Apple di realizzare un veicolo per il mercato di massa contrasterebbe con gli analoghi già avviati da rivali come Waymo di Alphabet di Google che ha decido di produrre un robot taxi senza autista. A guidare il team di progettisti sarebbe Doug Field con un passato in Tesla. Esiste sempre la possibilità che Apple decida come in passato di ridurre lo scopo dell'ennesimo progetto ad un solo sistema di guida autonomo da integrare con auto prodotto da produzioni tradizionali come nel caso di Apple CarPlay e non una propria auto. Da Apple per il momento nessun commento sulla vicenda.

Un'auto non è propriamente uno smartphone

Realizzare un'auto da zero, ma soprattutto produrla in grandi numeri rappresenta da sempre anche per Apple che pur essendo in grado di produrre centinaia di milioni di gadget elettronici ogni anno con parti provenienti da tutto il mondo, non ha mai realizzato un'auto che quanto a complessità è notevolmente più difficile da assemblare. Del resto ci sono sono 17 anni prima che la Tesla di Elon Musk diventasse un business profittevole. È anche vero come molti sostengono che se c'è marchio che avrebbe le risorse per farlo, questa è Apple, ma l'automobile è tutt'altro cosa di uno smartphone, una cuffia o un portatile.

L'incognita su come produrre un'auto di massa

Non è neppure chiaro chi assemblerebbe un'auto a marchio Apple, ma le stesse fonti hanno affermato di aspettarsi che il brand di Cupertino si potrebbe affidare ad un partner di produzione per produrre la sua vettura. La futura auto di Apple sempre che il progetto abbia davvero un seguito nei prossimi anno potrebbe essere dotata anche di sensori lidar per la scansione delle distanze sulla base della guida autonoma. Alcuni sensori addirittura potrebbero essere derivati dai lidar che sono stati sviluppati da Apple e che equipaggiano i più recenti iPhone 12 Pro e iPad Pro presentati proprio nei mesi scorsi.

Batterie innovative molto più sicure delle attuali?

Per quanto riguarda la batteria dell'auto, come detto, Apple prevede di utilizzare un design del tipo monocellulare in grado di riempire le singole celle della batteria e liberare così spazio all'interno del pacco di accumulatori eliminando sia i sacchetti che i moduli che contengono i materiali della batteria. Grazie al nuovo design all'interno della batteria si potrebbe ottenere un'autonomia più lunga. Apple starebbe testano al riguardo una soluzione chimica al litio ferro fosfato a prova di surriscaldamento e quindi più sicura delle attuali batterie agli ioni di litio. Ma il condizionale resta d'obbligo...

Il tweet di Musk: contattai Apple per vendere Tesla, Cook non mi ha risposto

«Durante le giornate più nere del programma per il Model 3 ho contatto Tim Cook per discutere la possibilità che Apple acquistasse Tesla. Ha rifiutato un incontro». Lo twitta Elon Musk, il numero uno di Tesla. Il colosso delle auto elettriche è sotto pressione a Wall Street con le indiscrezioni di una possibile Apple Car entro il 2024. A quanto emerge dal tweet, Musk avrebbe provato ad avviare una trattativa con Apple per un accordo a un prezzo pari a «un decimo» del valore attuale: una cifra che corrisponderebbe a circa 60 miliardi di dollari.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti