IL BOOMERANG

Apple disattiva Walkie-Talkie,a rischio le conversazioni su iPhone

di Biagio Simonetta


default onloading pic

2' di lettura

Doveva essere una feature di grande impatto tecnologico, invece rischia di trasformarsi in un boomerang. Da qualche ora, Apple ha annunciato di aver disabilitato l'app Walkie Talkie installata di default sugli Apple Watch. E la motivazione è abbastanza clamorosa: una vulnerabilità di questa applicazione, infatti, consentirebbe a una persona di ascoltare l'audio di un iPhone di un altro utente senza, ovviamente, alcun consenso.

La notizia è stata riportata dal sito statunitense TechCrunch, che ha raccolto anche uno statement ufficiale da parte della casa di Cupertino. Apple si è scusata per il bug e per il fatto di non essere in grado di lasciare l'applicazione funzionante mentre i suoi ingegneri stanno apportando delle modifiche.

«Siamo appena stati informati di una vulnerabilità relativa all'applicazione Walkie-Talkie sull'Apple Watch e abbiamo disattivato la funzione. – hanno scritto da Cupertino - Ci scusiamo con i nostri clienti per l'inconveniente e ripristineremo la funzionalità il più presto possibile. Anche se non siamo a conoscenza di casi in cui questa vulnerabilità è stata usata contro un cliente e sono necessarie condizioni specifiche e sequenze di eventi per sfruttarla, prendiamo molto seriamente la sicurezza e la privacy dei nostri clienti. Siamo arrivati alla conclusione che disabilitare l'applicazione era la giusta linea d'azione in quanto questo bug potrebbe consentire a qualcuno di ascoltare attraverso l'iPhone di un altro cliente senza il consenso. Ci scusiamo ancora una volta per questo problema e per l'inconveniente».
Cos'è Walkie Talkie
Walkie Talkie è un app per Apple Watch lanciata da Apple nel 2018, e permette a due utenti che hanno accettato un invito reciproco di ricevere conversazioni audio tramite un'interfaccia “push to talk” che ricorda i pulsanti PTT dei vecchi telefoni cellulari. Un Walkie Talkie da polso in piena regola, insomma, attivabile con un semplice tocco. Per funzionare, ovviamente, è necessario che l'orologio sia connesso a una rete (WiFi o cellulare). La funzione era stata lanciata a settembre dello scorso anno in occasione della presentazione di Watch OS 5, e la casa di Cupertino aveva investito molte speranze in questa nuova feature proprietaria.
Il bug
Apple è stata avvisata del bug attraverso una segnalazione diretta, ma al momento non ci sono prove concrete che lo stesso sia stato sfruttato da qualcuno per intercettare le conversazioni su altri iPhone. L'azienda ha disabilitato l'App e la riattiverà solo quando la vulnerabilità sarà del tutto risolta. Gli utenti che hanno un Apple Watch, continuano a vedere l'applicazione sul loro device, ma la stessa non è funzionate.
Giova ricordare che all'inizio del 2019 era stato scoperto un bug nella funzione di chiamata di gruppo di FaceTime, che permetteva alle persone di ascoltare prima che una chiamata fosse accettata. A scoprire il bug era stato un ragazzo, Grant Thompson, che aveva tentato di contattare Apple senza riuscirci. Alla fine, però, Apple ha risolto il problema e ha premiato Thompson. Ora il problema su Walkie Talkie. Nel mirino, anche stavolta, la sicurezza delle chiamate attraverso iPhone.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...