Tecnologia

Apple: da FaceTime alle nuove mappe, tutte le novità in arrivo con iOS 15

Il colosso di Cupertino svela gli ultimi aggiornamenti del suo sistema operativo alla Apple Worldwide Developers Conference

di Biagio Simonetta

Apple Pay, il sistema di pagamento universale della Mela

4' di lettura

Inizia con Tim Cook che entra nell'Apple Park accolto da un pubblico fatto da memoji festanti, la tradizionale conferenza degli sviluppatori di Apple. Un evento attesissimo da fan e addetti ai lavori, perché Apple ha ancora un potenziale innovativo importante. E dalle WWDC emergono sempre interessanti visioni. La novità principale dell'evento è senza alcun dubbio l'introduzione di iOS 15, che come di consueto arriverà in autunno (quando probabilmente usciranno gli iPhone 13). Apple ha lavorato molto a quello che sarà il nuovo sistema operativo. E le novità si vedono tutte. A partire da quelle previste per FaceTime.

FaceTime come Zoom

Complici le nuove abitudini imposte dalla pandemia, da Cupertino hanno lavorato intensamente su FaceTime, l'app di iOS che serve alle videochiamate. Con le novità di iOS 15, FaceTime si candida a diventare una piattaforma a tutto tondo, che va delle chiamate video con gli amici fino a quelle professionali. Migliorano le prestazioni video e audio (effetto ritratto per chi parla, ma anche isolamento della voce, per ridurre al minimo i rumori di fondo grazie al machine learning). Ma la vera novità è che sarà possibile condividere un link della chiamata di gruppo (come Zoom, Teams e simili) pe far partecipare altri utenti alla video-call. E non è necessario avere un iPhone (o un iPad o un Mac), per partecipare. Perché la videochiamata sarà fruibile – via browser - anche da Android e Windows, e manterrà la crittografia end to end. Ma non è finita qui: col nuovo FaceTime sarà possibile condivide anche ciò che si sta guardando, tipo un video o un film, per vederlo in perfetta sincronizzazione con gli amici. Questa funzione si chiama ShareTime.

Loading...

Craig Federighi presenta le novità di FaceTime

Novità anche su iMessage, con la funzione ShareWithYou che creerà degli spazi appositi per le foto (ma anche i link) che gli altri hanno condiviso con voi. Dividiamo lavoro e vita privataCon iOS 15 arriverà una novità veramente interessante. Un aggiornamento che di fatto sembrerà dividere l'iPhone in due: uno per la vita privata, uno per il lavoro. Grazie a “Focus”, infatti, sarà possibile decidere che tipo di notifiche disabilitare e quali mantenere attive, magari nei diversi momenti della giornata. Sarà così possibile staccare dal lavoro dopo una certa ora, ad esempio. Il tutto sarà chiaramente personalizzabile, scegliendo le app che vogliamo rimangano attive e le persone con le quali vogliamo ancora comunicare. Poi rimarrà la classica funzionalità “non disturbare”, che disabiliterà la ricezione delle notifiche.

“Live text” e le nuove mappe

Molto interessanti anche le nuove funzionalità LiveText e le nuove Apple Maps. Con LiveText, in sostanza, sarà possibile selezionare il testo che compare dentro a una foto e copiarlo, oppure fare un tap (come nel caso di un numero di telefono, per far partire subito la chiamata). Il tutto è reso possibile dall'intelligenza artificiale.

Le nuove mappe di Apple

Sulle nuove mappe, invece, il lavoro sembra veramente enorme: la grafica cambia notevolmente, e diventa talmente dettagliata che non orientarsi sarà veramente difficile: si vedranno i semafori, le corsie ciclabili, le strisce pedonali, con un livello di dettaglio veramente ben fatto. Inoltre, è prevista una interazione molto utile con i servizi pubblici. Per esempio, l'Apple Watch potrà dirci – a bordo di un autobus – quando è il momento di scendere.

Privacy prima di tutto

Con iOS 14.5 è arrivato l'App Tracking Transparency, che consente agli utenti di controllare la gestione dei loro dati con le varie app. La strada rimarrà questa, ma con iOS 15 arriveranno nuovi miglioramenti, sia su Mail che su Safari che su Siri. Una cosa su tutte: sarà possibile nascondere l'indirizzo IP. Inoltre arriverà un nuovo report – probabilmente settimanale – che fornirà agli utenti un quadro circa l'esposizione dei loro dati verso app e sviluppatori.

iPad OS 15 cambierà gli iPad

Anche iPad avrà il suo nuovo sistema operativo. Si chiamerà iPad OS 15 e sarà un aggiornamento importante, perché cambierà il modo in cui utilizziamo i tablet di Apple. A partire da un nuovo sistema di widget che saranno posizionabili come meglio si crede. L'intento della casa di Cupertino rimane chiaro: fare dell'iPad qualcosa di sempre più vicino ad un Personal Computer, pur mantenendo i benefici dell'essere tablet. E molto lavoro, infatti, è stato fatto sul fronte del multi multitasking, rendendo più facile per gli utenti utilizzare più applicazioni allo stesso tempo (dividendo magari lo schermi in due) e passare da una applicazione a un’altra col gesture intelligenti e intuitive. Miglioramenti anche per l'app Note, che è uno dei cardini degli iPas. Con l'aggiornamento, gli utenti possono iniziare a prendere una nota sul loro iPad utilizzando l'Apple Pencil semplicemente iniziando a “scrivere” sullo schermo, eliminando la necessità di lanciare l’app Note.

iCloud ed eredità digitale

Importanti novità anche per iCloud, il servizio di archiviazione online di Apple. Sarà possibile recuperare i propri dati anche grazie a un elenco di contatti fidati (da selezionare) che vengono interpellati nei casi di emergenza. E poi ci sarà la possibilità di scegliere come funzionerà l'eredità digitale. La funzionalità si chiamerà Digital Legacy e consentirà di accedere a un account iCloud anche dopo che l'utente è venuto a mancare, così da non perdere dati, foto e altro.

WatchOS 8

Il nuovo sistema operativo per i Watch consentirà un nuovo salto in avanti in fatto di monitoraggio della salute. Grazie a nuove funzionalità integrate nell'app “Sonno”, infatti, l'orologio monitorerà anche la respirazione, per segnalare eventuali anomalie durante la fase di riposo. E sulla già vasta app Fitness, arriveranno anche tai chi e pilates. Sempre con watchOS 8 sarà possibile creare quadranti perfetti con le foto e grazie all'arrivo di “Home”, sarà possibile gestire molte cose della casa connessa.

Ecco macOS Monterey

E non poteva mancare il nuovo sistema operativo per Mac. Si chiama macOS Monterey ed è disegnato a pennello per gli ultimi mac con processore m1 (ma girerà bene anche sugli altri). Le caratteristiche principali sono quelle legate all'interazione con altri device Apple (dall'iPhone all'iPad), come il cursore dello stesso mouse che passa in automatico da iPad a Mac quando si sta lavorando su entrambi i dispositivi (questa funzione è possibile grazie all'Universal Control). Con Monterey arrivano su Mac anche le Shortcuts, un Safari più veloce,

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti