ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùQuotate Mondo

Apple invita i fornitori a decarbonizzare e investe in Europa

In collaborazione con Goldman Sachs, la società californiana ha investito anche in tre gestori forestali, in Brasile e Paraguay, attivi nelle cosiddette “working forest”

di b. sim.

Fonte: Apple

2' di lettura

Decarbonizzare la catena di produzione entro il 2030. Per Apple sembra un imperativo categorico, e nelle scorse ore è arrivato l'ennesimo invito dell'azienda di Cupertino ai fornitori ad implementare nuove misure «per fronteggiare le loro emissioni di gas serra» e «ad adottare un approccio generale e coeso al tema della decarbonizzazione».

L’azienda californiana ha fatto sapere che valuterà il lavoro dei suoi principali partner per la decarbonizzazione delle loro attività legate ad Apple nel campo della produzione come l'impiego di energia elettrica rinnovabile al 100%, e terrà traccia dei progressi anno dopo anno. E ha anche annunciato nuovi «investimenti significativi nello sviluppo delle energie rinnovabili in Europa, partnership a supporto delle imprese che passano all'energia pulita e un rinnovato sostegno ai progetti che promuovono la rimozione naturale dei gas serra e le risorse benefiche per il clima nelle comunità di tutto il mondo».

Loading...

«La lotta al cambiamento climatico rimane una delle priorità più urgenti di Apple, e momenti come questo evidenziano l'importanza di mettere in pratica le intenzioni», ha dichiarato Tim Cook, Ceo di Apple. «Non vediamo l’ora di continuare a collaborare con i nostri fornitori per rendere la catena di fornitura di Apple carbon neutral entro il 2030. L'azione di Apple a sostegno del clima non si ferma alla nostra azienda; siamo determinati ad essere l'onda nell’acqua che crea un cambiamento più vasto».

Secondo gli ultimi dati, oltre 200 fornitori, che rappresentano più del 70% della produzione diretta di Apple, si sono già impegnati nell'utilizzo di energia pulita, come quella eolica o solare, per tutta la produzione.

Apple ha annunciato ora di voler incentivare la costruzione di progetti legati all'energia da fonti solari ed eoliche su larga scala in Europa, con progetti tra i 30 e i 300 MW, dando seguito ad una richiesta iniziale di proposte pubblicata all'inizio di quest’anno. L’azienda mira a procurarsi energia pulita sufficiente per l'alimentazione di tutti i dispositivi Apple nel continente, con elettricità a basse emissioni, continuando ad alimentare gli uffici aziendali, gli Store e i data center con energia pulita al 100%. In totale, secondo i dati diffusi, gli investimenti previsti porteranno all'aggiunta di 3.000 GWh all’anno di nuova energia pulita all'intera rete.

Gli investimenti europei fanno parte di una strategia aziendale più ampia per far fronte al 22% circa di carbon footprint che deriva dall’elettricità utilizzata dalle persone per ricaricare i loro dispositivi.

La casa di Cupertino ha anche annunciato tre nuovi progetti attraverso il Restore Fund, un'iniziativa volta alla rimozione del carbonio che mira a generare un ritorno finanziario per gli investitori mentre si rimuove l’anidride carbonica dall’atmosfera. In collaborazione con Conservation International e Goldman Sachs, la società californiana ha investito in tre gestori forestali di alta qualità, in Brasile e Paraguay, attivi nelle cosiddette “working forest”.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti