ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIL PROGETTO

Apple lancia il primo “Restore Fund” da 200 milioni dedicato a progetti di forestazione

Lanciato in collaborazione con Conservation International e Goldman Sachs, il fondo di 200milioni di dollari di Apple avrà l'obiettivo di rimuovere almeno un milione di tonnellate di anidride carbonica ogni anno dall'atmosfera

di Biagio Simonetta

3' di lettura

Apple spinge ancora forte nella direzione della rimozione del carbonio, e lancia un'iniziativa che è la prima nel suo genere. Si tratta di un “Restore Fund”, ed è un investimento in progetti forestali per rimuovere il carbonio dall'atmosfera, generando al contempo un ritorno finanziario per gli investitori.

Lanciato in collaborazione con Conservation International e Goldman Sachs, il fondo di 200milioni di dollari di Apple avrà l'obiettivo di rimuovere almeno un milione di tonnellate di anidride carbonica ogni anno dall'atmosfera, equivalente alla quantità di carburante utilizzato da oltre 200mila automobili, dimostrando al contempo un modello finanziario praticabile che può aiutare ad aumentare gli investimenti nel ripristino delle foreste.

Loading...

«La natura – ha detto Lisa Jackson, VP di Apple per l'ambiente, e per le politiche e le iniziative sociali - fornisce alcuni dei migliori strumenti per rimuovere il carbonio dall'atmosfera. Le foreste, le zone umide e le praterie sottraggono carbonio all'atmosfera e lo immagazzinano in modo permanente nei loro terreni, radici e rami. Creando un fondo che genera sia un ritorno finanziario che un impatto reale e misurabile sul carbonio, puntiamo a guidare un cambiamento più ampio in futuro, incoraggiando gli investimenti nella rimozione del carbonio in tutto il mondo. La nostra speranza è che altri condividano i nostri obiettivi e contribuiscano con le loro risorse a sostenere e proteggere gli ecosistemi critici».

Questo impegno rientra nel più ampio obiettivo di Apple di diventare carbon neutral in tutta la sua catena del valore entro il 2030. Secondo alcune ricerche scientifiche, gli alberi assorbono carbonio quando crescono, e i ricercatori stimano che le foreste tropicali contengano più carbonio di quanto l'umanità abbia emesso negli ultimi 30 anni bruciando carbone, petrolio e gas naturale, nonostante la deforestazione in corso.

Per assicurare che il carbonio immagazzinato nelle foreste sia accuratamente quantificato e permanentemente bloccato fuori dall'atmosfera, il Restore Fund userà solidi standard internazionali sviluppati da organizzazioni riconosciute. E darà la priorità agli investimenti in foreste produttive (working forests) che migliorano la biodiversità attraverso la creazione di zone cuscinetto e riserve naturali.

«Investire nella natura – ha detto M. Sanjayan, Ceo di Conservation International - può rimuovere il carbonio molto più efficacemente -di qualsiasi altra tecnologia attuale. Mentre il mondo affronta la minaccia globale del cambiamento climatico, abbiamo bisogno di nuovi approcci innovativi che possano ridurre drasticamente le emissioni. Siamo entusiasti di costruire la nostra partnership di lunga data con Apple e crediamo che l'approccio innovativo con il Restore Fund farà un'enorme differenza e andrà a beneficio di comunità di tutto il mondo con nuovi posti di lavoro e ricavi che sostengono tutto, dall'istruzione all'assistenza sanitaria».

Nel 2018, Apple ha collaborato con Conservation International, il governo locale e le organizzazioni impegnate nella conservazione in Colombia per proteggere e ripristinare una foresta di mangrovie di 27.000 acri, che sequestrerà 1 milione di tonnellate metriche di CO2 nel corso della vita del progetto. Queste mangrovie non solo proteggono le coste e contribuiscono al sostentamento delle comunità in cui crescono, ma immagazzinano anche fino a 10 volte più carbonio delle foreste sulla terraferma.

Apple e Conservation International hanno anche collaborato con organizzazioni locali di conservazione in Kenya per ripristinare le savane degradate nella regione delle Chyulu Hills, un'area compresa tra tre parchi nazionali del Kenya e appena oltre il confine con il Kilimanjaro National Park in Tanzania. Ampliando questo impegno in tutta la savana degradata e le savane naturali in tutta l'Africa si potrebbero rimuovere centinaia di milioni di tonnellate di carbonio dall'atmosfera ogni anno, portando beneficio anche alle comunità locali e alla fauna selvatica.

Anche gli utenti Apple possono partecipare a sostenere questi sforzi. Per ogni acquisto effettuato con Apple Pay da oggi fino alla Giornata della Terra (il 22 aprile), Apple farà una donazione a Conservation International per sostenere i suoi sforzi nel preservare e proteggere l'ambiente.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti