il report

Apple, oltre un milione e mezzo di posti in Europa grazie all’App Store

di Biagio Simonetta


default onloading pic
Tom, Technical Support Advisor, Cork, Irlanda. Fornisce supporto tecnico telefonico a clienti in tutta Europa.

3' di lettura

Tutto ebbe inizio nel 1980 a Cork, in Irlanda. Una sessantina di dipendenti per quella che era la prima traccia di Apple in Europa. Oggi la situazione è ben diversa. La società di Cupertino è diventata un colosso globale della tecnologia, e in Europa – secondo i dati diffusi dalla stessa azienda - ha contribuito a creare oltre 1,76 milioni di posti di lavoro in Europa grazie all'economia che gira attorno ad iOS. Di questi, 1,57 milioni sono attribuibili all'ecosistema dell'App Store di Apple e 170mila al rapporto che Apple ha con fornitori europei. L'Europa è anche sede di 22.000 dipendenti Apple in 19 paesi.

Gli sviluppatori con sede in Europa – secondo i dati diffusi da Apple - hanno guadagnato oltre 20 miliardi di euro dalle vendite sull'App Store in tutto il mondo, raggiungendo i clienti di 155 Paesi. Il 92% dei guadagni degli sviluppatori europei è generato dalle vendite all'estero.

Negli ultimi due anni, il numero di posti di lavoro dell'app economy europea è cresciuto del 28%. Il Regno Unito (291mila posti di lavoro), la Germania (262mila) e la Francia (220mila) sono i primi tre paesi per i lavori dell'ecosistema di App Store. Le tre principali città per quanto riguarda le occupazioni della app economy sono invece Londra, Parigi e Amsterdam.

Per quanto riguarda le spese in conto capitale, da 2012 Apple fa sapere di aver investito quasi 220 milioni di euro a Cork, incluso un nuovo edificio che ospita 1.400 dipendenti. La società sta anche investendo in un nuovo campus alla Battersea Power Station a Londra, la cui apertura è prevista per il 2021.

Fornitori e manifattura
Sul capitolo fornitori, da Cupertino si dicono orgogliosi di «supportare 170.000 posti di lavoro attraverso i nostri fornitori con sede in Europa». Lo scorso anno Apple ha speso oltre 10 miliardi di euro con oltre 4300 fornitori europei e produttori grandi e piccoli, in tutte le aree del business. La Germania ha oltre 760 aziende che contribuiscono alla catena di fornitura Apple. «Apple è orgogliosa – è scritto in una nota - di investire in due nuovi data center a Viborg e Aabenraa in Danimarca per alimentare miliardi di iMessage, risposte di Siri e download di brani da iTunes. Come tutti i data center di Apple, dal primo giorno saranno alimentati al 100% da energia rinnovabile, grazie a nuovi progetti di energia pulita di provenienza locale che forniranno un surplus di energia rinnovabile alla rete locale esistente. Numerose ditte danesi tra cui specialisti della costruzione CSK e architetti Gottlieb Paludan Arkitekter stanno lavorando ai progetti Aabenraa e Viborg».

Il fornitore danese Ecco è uno degli oltre 85 fornitori che, a livello mondiale, si sono impegnati a gestire tutta la loro produzione Apple al 100% con energia rinnovabile e si sono registrati al Clean Energy Portal di Apple, una piattaforma online sviluppata dalla casa californiana per aiutare i fornitori a individuare soluzioni di energia rinnovabile commercialmente valide. La pelle che ECCO produce per Apple è di origine europea, con la concia e il taglio effettuati in stabilimenti situati in Olanda e in Cina. I numeri dei posti di lavoro presso fornitori sono così suddivisi: 80mila vendita al dettaglio, 22mila produzione, 17.700 gestione stabilimenti, 17.400 servizi tecnici e scientifici, 11.250 altri settori, 10.600 trasporto e logistica, 5.750 servizi informativi, 2.900 edilizia.

In Italia
In Italia, Apple ha 1.624 dipendenti e 16 negozi retail, e sono in corso i lavori per il 17° store Apple in Italia in Piazza Liberty a Milano. Il nostro Paese è la 5a economia delle app iOS e supporta 62mila posti di lavoro legati all'ecosistema dell'App Store (di cui 25mila a Milano, dato che la rende la 12ma città più rilevante per quanto riguarda la app economy in Europa). Nel 2016 Apple ha aperto la sua prima iOS Developer Academy in partnership con l'Università Federico II a Napoli per dare agli studenti, sia italiani che internazionali, l'opportunità di apprendere competenze pratiche e formazione specifica nello sviluppo di app e nell'imprenditorialità necessaria per questo mercato. 44 studenti dell'attuale corso hanno vinto la borsa di studio per partecipare alla recente Conferenza Annuale degli Sviluppatori Apple tenutasi nei giorni scorsi a San Josè, in California. Apple lavora con 261 fornitori Italiani. Uno di questi è Laboratorio Elettrofisico, che progetta e produce strumenti di magnetizzazione e misurazione magnetica ad alta precisione. La loro tecnologia consente alcune delle caratteristiche magnetiche che si trovano nei prodotti Apple. LE è leader nella progettazione e costruzione di strumenti magnetici da quasi 60 anni con uffici negli Stati Uniti e in Cina.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...