ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrimestrali/1

Apple, ricavi record anche se l’iPhone frena

La Mela di Cupertino cresce ma le vendite del suo prodotto simbolo calano. Fatturato al +1,8% grazie all’Apple Watch, agli AirPods e ai servizi che bilanciano la flessione (-9,2%) dello smartphone più famoso del mondo

di Marco Valsania


default onloading pic
(REUTERS)

2' di lettura

NEW YORK - Apple ha battuto le attese di bilancio nel suo quarto trimestre fiscale, terminato a fine settembre, nonostante una flessione nei profitti e le pressioni riportate nelle vendite del suo prodotto di punta, l’iPhone. La crescita riportata nei servizi e negli accessori ha compensato le frenate sostenute negli smartphone e il titolo - già in rialzo di oltre il 50% da inizio anno, abbastanza da riportare la market cap del gruppo oltre la soglia dei mille miliardi - ha messo a segno un guadagno di oltre l’1% nel dopo mercato.

Utili in calo ma sopra le attese
Il colosso di Cupertino, guidato dal ceo Tim Cook, ha messo a segno profitti di 13,69 miliardi, scesi del 3% e, per la prima volta dal 2011, ha evidenziato quattro trimestri consecutivi di flessioni. Ma il risultato è stato ben accolto dagli investitori e dagli analisti, perché, pari a utili per azione di 3,03 dollari, è stato migliore dei 2,84 dollari previsti.
Il fatturato, ancor più significativamente, ha mostrato un incremento dell’1,8% negli ultimi tre mesi a 64,04 miliardi. È cioè riuscito a scuotersi di dosso un calo del 9,2% nelle entrate da iPhone e ha a sua volta superato i 63 miliardi anticipati. Le entrante da servizi sono aumentate in particolare del 18% a 12,51 miliardi, oltre i 12,16 miliardi pronosticati. E bene hanno fatto i gadget indossabili, dove Cook ha sottolineato la continuazione d’una crescita a passo superiore al 50% trainata da Apple Watch e AirPods. In dettaglio nell'ultimo trimestre le vendite soni qui salkite del 54% a 6,52 miliardi

Cupertino fiduciosa per fine anno
Apple ha inoltre offerto una guidance considerata incoraggiante per l’andamento del suo più recente modello di iPhone, l’iPhone 11 in tutte le sue versioni, che ha debuttato solo negli ultimi giorni di settembre. Positivo è stato considerato anche l’outlook per l'intero trimestre ora in corso, il primo del nuovo anno fiscale per l’azienda: la stagione di Natale e di fine anno è da sempre cruciale per la performance del gruppo come di oltre altre aziende americane. Apple ha previsto un giro d’affari tra gli 85,5 ed gli 89,5 miliardi contro gli 86,5 indicati in precedenza.

È stato il direttore finanziario Luca Maestri a scommette su una forte stagione di fine anno sull’onda sia degli iPhone (ben accolti anche su un mercato cinese oggi indebolito) che di nuovi accessori indossabili, tra i quali la versione più cara di AirPods appena messa in vendita questa settimana. Nei servizi Apple dal primo novembre lancerà infine la sua offerta di streaming, Apple Tv+, in concorrenza con Netflix e altri colossi di tech e media.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...