musica digitale

Apple-Shazam, l’antitrust Ue apre indagine sull’acquisizione

default onloading pic
Foto Reuters


2' di lettura

La Commissione europea ha aperto un'inchiesta approfondita per valutare se l'acquisizione di Shazam da parte di Apple non sia in contrasto con le regole di concorrenza. Bruxelles è «preoccupata che la fusione possa ridurre la scelta per gli utilizzatori di servizi musica streaming», indica una nota dell'Antitrust. La fusione combinerebbe due soggetti significativi dell'industria digitale attivi in aree di business complementari. In particolare Apple offre servizi di streaming musica con Apple Music che negli ultimi tre anni è diventato il secondo fornitore più importante in Europa del settore.

Shazam offre l'applicazione per il riconoscimento della musica più usata nello spazio economico europeo e nel mondo. Le app di questo tipo permettono ai consumatori di riconoscere la musica sulla base di una sezione audio breve usando dei microfoni inseriti nel dispositivo elettronico. L'inchiesta di mercato iniziale svolta dall'Antitrust ha permesso di sollevare diversi problemi data la combinazione della forte posizione di mercato di Shazam nel settore delle applicazioni per il riconoscimento delle musiche e la posizione di mercato di Apple nel settore dei servizi della musica in streaming.

A questo stadio, indica la Commissione, ci sono «preoccupazioni relative al fatto che in seguito al 'takeover' di Shazam, Apple otterrebbe l'accesso a dati commercialmente sensibili sui consumatori dei concorrenti per la fornitura di servizi streaming». Ciò «potrebbe permettere ad Apple di mirare direttamente ai clienti dei concorrenti e incoraggiarli a spostarsi sui servizi Apple». Di qui una pressione competitiva che potrebbe essere svantaggiosa.

Inoltre mentre Shazam non viene considerata adesso un punto di ingresso chiave per i servizi di musica in streaming, la Commissione dovrà investigare ulteriormente se i concorrenti di Apple Music saranno danneggiati se Apple, dopo la transazione con Shazam, interrompesse i rinvii a loro dall'app Shazam. Ora Bruxelles ha 90 giorni di tempo per decidere.

Lo scorso febbraio, la Commissione aveva accettato una richiesta di Austria, Francia, Islanda, Italia, Norvegia, Spagna e Svezia affinché l'Antitrust valutasse l'acquisizione, che originariamente era stata notificata in Austria per il via libera dato che non raggiungeva le soglie di fatturato secondo le regole Ue.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti