software

Applica, la software house dei cervelli di ritorno in Basilicata

L'azienda ha in programma la creazione di un centro di ricerca in Iot e robotica

di Luigia Ierace

2' di lettura

Questa volta non si parla di cervelli in fuga, ma di professionalità che rientrano al Sud. È la storia di Massimo Galante, informatico, che insieme a Bruno Fortunato, ha dato vita a Matera ad “Applica srl”, un’azienda che opera nel settore dell’informatica e delle telecomunicazioni e offre prodotti e servizi software basati su tecnologie avanzate. Nata nel 2010, ha maturato competenze nella gestione di tutte le fasi del ciclo di vita del software: dalla progettazione alla manutenzione e assistenza, con un vasto portfolio di clienti su scala nazionale e internazionale.

Una squadra di 30 giovani talenti, con un'età media di 30 anni: tra informatici e ingegneri, anche nell'emergenza Covid-19 ha continuato a investire in ricerca&sviluppo di nuovi prodotti nell’ambito dell’automazione, Iot, blockchain, Ai, machine learning e altre tecnologie di punta. Negli ultimi 5 anni, Applica ha triplicato il fatturato (1,2 milioni ) e previsto con l’ultimo piano industriale il raddoppio del personale nei prossimi 3 anni oltre alla creazione di un centro di ricerca per l'Iot, l'automazione e la robotica.

Loading...

«Siamo partiti dal nulla – spiega Galante –, avevo 44 anni, un lavoro di informatico, diverse esperienze all'estero, quando mi sono trovato in mobilità. Poi l'incontro giusto al momento giusto. Senza lavoro e con una famiglia da mantenere, ho conosciuto il mio futuro socio: 27 anni, un vero talento informatico. Non ebbi dubbi, decisi di reinvestire i tre anni di mobilità che mi erano stati liquidati per dar vita ad “Applica”, puntando su un settore in cui le competenze erano molto ricercate: gli ingegneri dal Nord andavano all’estero e dal Sud al Nord».

Una scommessa basata sulla certezza di una sede a Matera, a conferma dello stretto legame con le loro radici, la strategia di puntare sulle tecnologie avanzate e la vision di dare una forma digitale a qualsiasi idea. “Applica”, gli ha dato ragione: in 10 anni, è cresciuta aprendosi al mercato nazionale. Poi la svolta con il coinvolgimento su progetti per importanti clienti: Team System, Lottomatica (che ha permesso di entrare nel mercato degli Stati Uniti), Samsung Italia, Txt, Unicredit e molti altri. Gran parte del fatturato arriva dal mercato del Centro-Nord Italia e da quello americano, una fetta minore da quello locale.

Ma “Applica” grazie alla sua idea vincente di business, continua ad allargare la sua squadra attraverso un attento lavoro di human research che le consente di scoprire e intercettare talenti lucani che operano al Nord, riportandoli in Basilicata, e a investire nella formazione dei giovani per sviluppare figure ad alta specializzazione tecnologica. Quanto all’ambito di business, l’azienda ha attuato un cambiamento significativo, con l'ingresso in società del gruppo industriale Ponzio (leader europeo nel settore alluminio). E già sono in corso accordi strategici con altri soggetti di livello internazionale.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti