APPRENDERE IL MESTIERE DI BARMAN

Apre a Milano il campus della mixology

Scuola, spazio per il coworking e grandi professionisti dietro il bancone: il progetto del campione Mattia Pastori

di Maurizio Maestrelli


default onloading pic

2' di lettura

Quella del barman è una carriera che sembra affascinare sempre più i giovani italiani. E se la scuola di formazione offerta dall'Aibes resta il riferimento storico e certamente introduttivo al mestiere, ve ne sono altre che garantiscono eccellenti opportunità per continuare a crescere e a migliorare, magari imparando dalle star internazionali dello shaker.

Nonsolococktails è la più recente avventura di Mattia Pastori, una delle punte di diamante della mixology italiana capace di arrivare per ben due volte alla ultracompetitiva finale mondiale Diageo World Class. Nata come società di consulenza nel settore, Nonsolococktails si è trasformata in un vero e proprio centro di formazione in società con la Indrinkable di Alessandro Melis e Diego Travaglio. Lo spazio, a Milano in via Alghero 20, offre postazioni e strumenti per i professionisti dello shaker che desiderano sperimentare e affinare nuove ricette, ma è anche un luogo di confronto e di co-working, di stimolo reciproco e di trasmissione di esperienze con, valore aggiunto, occasioni di ascolto per alcuni tra i migliori barman del mondo che, di passaggio a Milano, qui fanno tappa.


Apprendere dai maestri
L'inaugurazione della scuola ha visto ben cinque masterclass tenute rispettivamente dai cinque migliori barman sudamericani, da Aaron Diaz Olivos, del Carnaval di Lima e migliore new entry nella Worlds 50 Best Bars 2019, a Tato Giovannoni che ha piazzato la sua Floreria Atlantico del terzo posto della prestigiosa classifica. Il plus del concept sviluppato da Pastori e Melis, e che li differenzia nel panorama sempre più affollato di offerte formative, è proprio questa possibilità di apprendere dai più “grandi”, ovvero da quei barman, spesso anche italiani, capaci di affermarsi all'estero su piazze importanti e difficili come Londra, New York, Hong Kong. «Quello che offriamo qui è questo», ha sintetizzato Pastori. «Un luogo dove trovare la strumentazione necessaria per lavorare, uno spazio dove incontrare colleghi con cui creare sinergie, una scuola di formazione per crescere grazie a masterclass con guru internazionali e alla consulenza di professionisti».

Mattia Pastori e Alessandro Melis

Se, infine, Nonsolococktails assomiglia a una sorta di campus postuniversitario per barman che già lavorano dietro il bancone, si prospetta interessante anche l'offerta riservata ai semplici appassionati. Con le serate “Aperitivo Dinamico” infatti chiunque avrà modo di approfondire la storia dei cocktail, migliorare il proprio drink preferito che ci si fa a casa, imparare ad allestire il proprio bar casalingo, scoprire tutti i segreti del gin.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...