Moto

Aprilia RS 660, la supermedia che non c’era

Alla ricerca di nuove nicchie di mercato, Aprilia presenta la RS 660, moto che sfugge a ogni confronto poiché crea un nuovo segmento, quello delle sportive stradali premium di media cilindrata. Per la RS 660 – disponibile anche in versione A2 – Aprilia

di Davide Perruchini

3' di lettura

Aprilia, marchio del gruppo Piaggio con la RS 660 ha puntato su versatilità, design, tecnologia e guidabilità strizzando l'occhio tanto ai giovani quanto ai motociclisti di ritorno, così come che desideri una moto focalizzata sul piacere di guida ma senza gli eccessi di cavalleria tipici delle attuali moto sportive.

Nonostante le difficoltà subite a causa della pandemia, è arrivata a deliberare il prodotto finale a soli due anni dalla presentazione al pubblico del prototipo, avvenuta nel 2018: un vero record, considerando che si tratta di un progetto realmente partito da un foglio bianco e che ha dato vita a una famiglia di moto supermedie che comprenderà anche le future Tuono e Tuareg.

Loading...

La RS 660 si basa su un bicilindrico frontemarcia da 660cc Euro 5 di nuova concezione, capace di erogare ben 100cv a 10.500rpm e 67nm a 8.500. Il motore deriva strettamente dalla bancata anteriore del V4 1.100 cc ad alte prestazioni della RSV4, mantenendone alcune soluzioni tecniche e componenti (testata, camere di combustione, condotti, cilindri e pistoni) e ha funzione portante per telaio e forcellone, entrambi in alluminio pressofuso, così da contenere la massa in 183kg in ordine di marcia. Le quote ciclistiche rendono la RS660 un riferimento in termini di agilità, grazie ai 1.370mm di interasse e ai 24,1° del cannotto di sterzo, mentre la precisione viene garantita dalla forcella Kayaba completamente regolabile. L'impianto frenante Brembo è generosamente dimensionato vanta un sistema ABS regolabile con funzione cornering.

Raffinato e all'avanguardia il comparto elettronico con acceleratore a comando ride-by-wire, nuova centralina di gestione motore e piattaforma inerziale a 6 assi, il tutto per fornire cinque riding mode (tre stradali e due da pista) di cui due personalizzabili (controllo di trazione e di impennata, erogazione e freno motore e ABS), strumentazione TFT a colori ben leggibile e fari full LED con luci dinamiche.

Lo stile della moto si rifà alle grafiche classiche di Aprilia e reinterpreta in chiave moderna i tratti stilistici della maxi RSV4 la cui linea risale al 2009 e propone la RS 660 in tre colorazioni, una delle quali osa con uno sfacciato color “Acid Gold” con ruote rosso fluo.

Premettendo che le moto provate sono ancora preserie, nel test su strada la Aprilia RS 660 si dimostra una moto già matura e con una sua spiccata individualità, tale da renderla davvero una proposta unica sul mercato. Abitabile e confortevole nonostante le dimensioni ridotte, propone una posizione di guida sportiva ma naturale. I semimanubri sono ben aperti e non troppo bassi, le pedane giustamente alte e arretrate per uso sportivo ma non costrittive nella guida stradale, mentre la sella ben conformata e imbottita non mette in difficoltà anche i meno alti, essendo a quota a 82 cm. Una volta in movimento la sensazione di maneggevolezza è immediata e il peso ridotto rende convincente la spinta del motore, del quale soddisfa l'ampio range di erogazione con un'ottima regolarità ai bassi regimi e un allungo fino a 11.500 giri davvero inaspettato e gustoso. La perfetta risposta del gas è accompagnata dall'esaltante sonorità in un crescendo che sopra i 9.000 giri ricorda da vicino la superbike RSV4. Decisamente a punto il comparto elettronico, TC e ABS, al pari del cambio elettronico con blipper in scalata. Tra le curve si apprezzano tanto la maneggevolezza sul misto quanto il rigore nel mantenere la linea senza alcuno sforzo sul veloce. Da riferimento la frenata.

Nel complesso la RS 660 si è dimostrata una piacevole sorpresa e rappresenta la dimostrazione del fatto che divertimento alla guida e potenze ragionevoli possono coesistere. Il listono pare da 11 mila euro.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti