18-19 maggio

Apritimoda, a Milano torna il weekend alla scoperta degli atelier

di Marta Casadei

2' di lettura

Porte aperte negli headquarter delle aziende di moda, negli atelier, nei laboratori artigianali e anche nelle fabbriche fuori città. Apritimoda torna a Milano (e dintorni) per la sua terza edizione, in programma nel weekend del 18 e 19 maggio. Con un obiettivo ben preciso: mostrare il dietro le quinte della moda al grande pubblico, interessato a capire qualcosa in più dei processi creativi e produttivi che stanno dietro a capi e accessori. E alcune novità, come il coinvolgimento di oltre 300 studenti delle scuole che aderiscono alla Piattaforma del sistema formativo moda che accompagneranno il pubblico nelle visite.

L’iniziativa, ideata da Cinzia Sasso e realizzata con il patrocinio di molti soggetti istituzionali (Mibact, Comune di Milano, Confcommercio Milano, Fondazione Altagamma, Confindustria moda, Fai e, a supporto, Cnmi) e sponsor privati, coinvolge in questa edizione 12 aziende di moda italiana: Alberta Ferretti, Agnona, Marras, Armani, Cucinelli, Curiel, Herno, Moncler, Prada, Trussardi, Versace, Zegna a cui si affiancano la F ondazione Gianfranco Ferré, i laboratori del Teatro alla Scala e il laboratorio Pino Grasso ricami, coinvolto attraverso la Fondazione Cologni. Tutte realtà famose a livello mondiale, ma raramente viste da vicino dal grande pubblico: «È molto importante che la moda si apra e faccia vedere ciò che c’è dietro - ha detto Giuseppe Sala, sindaco di Milano alla presentazione di Apritimoda - ; non c'è più molta gente che la considera un mondo fatuo, ma è importante far vedere i luoghi dove nasce».

Loading...

Tra le novità di questa edizione , la scelta di alcune maison di portare i visitatori nelle loro fabbriche fuori città per un’esperienza immersiva nei loro luoghi d’origine: Zegna, per esempio, porterà le persone (previa prenotazione) fino a Trivero (Biella), sede dell’azienda e dell’Oasi; Herno, invece, aprirà le porte della storica fabbrica (con tanto di collezione d’arte) a Lesa, sul Lago Maggiore. «La parola chiave di questa edizione di Apritimoda - ha detto Cinzia Sasso – è lavoro: il nostro non è un progetto commerciale, ma un’operazione culturale che mostri il backstage di un settore chiave». E, magari, faccia avvicinare i giovani alle professioni manifatturiere.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti