Latte

Arborea scommette sulla crescita e punta a 200 milioni di fatturato

La cooperativa sarda ha da poco cambiato presidente e direttore generale e varato una strategia con l’obiettivo di consolidare i risultati raggiunti ed espandersi ancora grazie a ricerca e nuovi prodotti

di Davide Madeddu

La fabbrica. Veduta dall'alto dello stabilimento Arborea

3' di lettura

Dalle acquisizioni degli anni scorsi all'export, senza dimenticare le specificità dell'isola. E con un occhio di riguardo alla sostenibilità. La cooperativa Latte Arborea (Assegnatari associati Arborea), nonostante l’emergenza della pandemia, cresce e guarda ai mercati nazionali e internazionali. Per la Coop associa complessivamente 190 allevatori di bovini da latte, distribuiti su tutto il territorio regionale sardo, che con i 38 mila capi garantiscono quotidianamente 550.000 litri di latte e ora comincia un nuovo corso con nuovo presidente Remigio Sequi e nuovo direttore generale Andrea Agostini. Un nuovo percorso per l’azienda che in passato ha acquisito in Toscana la Caplac di Capannori, (Lucca) e la Trentinalatte in Trentino.

La cooperativa conta su un fatturato 193,7 milioni nell'ultimo anno (il più alto della storia) ed è perno di un sistema in grado di generare, compreso l’indotto, un valore di circa 320 milioni di euro. «È nostra intenzione per il futuro continuare a promuovere crescita e benessere, produttività e creazione di valore, qualità della vita e tutela del territorio – dice il direttore generale –. Affinché questo possa accadere perseguiremo la nostra crescita nel mercato nazionale allargando la presenza distributiva del latte ed estendendo l’offerta in alcune categorie di prodotto quali yogurt, mozzarella e formaggi stagionati». All’orizzonte della coop, che nel 2021 ha raccolto 201 milioni di litri di latte, pari a circa il 94% del latte bovino prodotto in Sardegna, 6,9 milioni di litri di latte di capra prodotto da allevatori sardi e «valorizzato» e circa 1,6 milioni di litri di latte ovino, c’è la crescita e la sfida sui mercati esteri. Espansione che ha come obiettivo un traguardo di 200 milioni di fatturato. «Arborea sta crescendo grazie all'espansione distributiva dei suoi prodotti a livello nazionale e all'estero – dice ancora il direttore generale –. Nel 2021 abbiamo registrato un incremento di 11 punti di ponderata rispetto al 2020, che si è tradotto in maggiori volumi di vendite (+ 5%) rispetto all’anno precedente». Lo sviluppo è trainato dalla crescita dei prodotti di punta nel settore del latte (il Parzialmente Scremato, la linea Ad senza lattosio a brand Arborea e il latte di Capra Girau) e del caseario Mozzarella Yogurt e Mascarpone. «Siamo un’azienda di marca che punta, da un lato, sul rinnovamento e sulla crescita delle linee di prodotto esistenti e, dall’altro, sull'innovazione, come testimoniato dal recente lancio dello yogurt A·Yo, il primo yogurt prodotto con latte di mucca e pecora» dice ancora Agostini.

Loading...

È recente poi l’introduzione del latte di pecora confezionato: «Un investimento che può contribuire a diversificare l’utilizzo di un prodotto importante per l’economia della Sardegna». Quanto all’export: «Siamo già presenti in numerosi paesi, come la Cina, dove operiamo direttamente attraverso una nostra filiale. Puntiamo alla crescita in Sud Asia e in Africa, due aree che nel 2030 saranno rispettivamente la prima e la seconda in termini di popolosità, superando l’Asia dell’Est (inclusa la Cina)». C’è poi l’aspetto legato alle criticità provocate dall’emergenza dettata dai rincari che interessano i costi dell'energia. «L’impennata dei prezzi del gas naturale in Europa si ripercuote inevitabilmente sulla nostra organizzazione, soprattutto in termini di incremento del costo dell'energia elettrica – conclude Agostini –. In risposta a questo scenario, prevediamo di rimodulare le strategie di autoproduzione di energia elettrica e termica e stiamo investendo per migliorare in maniera l’efficienza di utilizzo dell'energia».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti