mercati

Argentina, la Borsa di Buenos Aires rimbalza dopo il -38% di ieri

La borsa a Buenos Aires prosegue in rialzo anche se l'incremento odierno non basta per recuperare il tonfo del 38% subito ieri sulla scia dell'esito inatteso delle primarie presidenziali


Argentina, Macri perde le primarie: tracollo per borsa e peso

1' di lettura

La borsa a Buenos Aires prosegue in rialzo anche se l'incremento odierno non basta per recuperare il tonfo del 38% subito ieri sulla scia dell'esito inatteso delle primarie presidenziali, in cui il presidente in carica Mauricio Macri, a favore del libero mercato, è stato sconfitto dal peronista Alberto Fernandez. a Metà seduta l’indice di riferimento, il Merval, segna un rialzo del 5,3% a 28.988,69 punti ma a un certo punto si era spinto sopra i 31mila punti. Il peso argentino continua a scivolare ma in modo più contenuto. Un dollaro compra 54,98 peso (+5,44%). Oggi il peronista Alberto Fernandez, dato per vincitore alle presidenziali del prossimo ottobre, ha cercato di tranquillizzare dicendo che non vuole provocare un default, l’ennesimo, della nazione.

LEGGI ANCHE/ Argentina, Macri perde le primarie presidenziali: tracollano Borsa e peso

Criticando Macri per avere aumentato il debito, Fernandez ha detto che in Argentina serve cambiare modello economico. Tuttavia, non ha fornito dettagli, nemmeno su come intende ristrutturare il debito della nazione. Secondo Fernandez, «Macri è l’unica persona responsabile delle difficoltà che l’Argentina sta vivendo». Se l’azionario rimbalza, il dollaro continua a rafforzarsi sul peso. Un biglietto verde compra 57 peso (+9,4%). (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...