economia digitale

Armi spuntate delle autorità locali contro le piattaforme

Per la Corte di giustizia Ue Airbnb è un servizio della società dell’informazione, non indispensabile per chi affitta e che non incide sui prezzi delle locazioni

di Guido Smorto


default onloading pic
(Afp)

3' di lettura

Airbnb Ireland (C-390/18) è la sentenza del 19 dicembre 2019 con cui la Corte di giustizia europea ha aggiunto un ulteriore tassello all'intricato mosaico che compone il regime giuridico degli intermediari digitali di beni e servizi.

La Corte si è pronunciata per prima volta sulla questione con le sentenze Uber Spain (C- 435/15) e Uber France (C-320/16). Chiamata a decidere se a effettuare il servizio di trasporto fosse Uber o i singoli autisti, ha chiarito che si debba stabilire caso per caso se la mediazione svolta dalla piattaforma sia autonoma - e si qualifichi pertanto come «servizio della società dell’informazione», la cui regolazione da parte degli Stati membri Ue è limitata da forti vincoli procedurali e sostanziali in base alla direttiva 2000/31 sul commercio elettronico – o sia parte integrante di un servizio globale il cui elemento principale è il servizio «sottostante», come tale soggetta a regole di settore molto più rigide e frammentate.

I parametri
I criteri elaborati dalla Corte per dirimere la questione – il cosiddetto Uber test - sono due:
a) il grado d’influenza della piattaforma sull’erogazione del servizio sottostante;
b) l’indispensabilità della piattaforma per il servizio intermediato.

Nel caso di Uber la Corte ha concluso che entrambi tali criteri fossero soddisfatti e ha giudicato l’intermediazione parte integrante di un servizio complessivo il cui l’elemento principale è il trasporto.
Ora quegli stessi indici sono stati utilizzati per stabilire una questione parzialmente diversa: l’applicabilità ad Airbnb della disciplina prevista per gli intermediari non digitali (nel caso di specie la francese Loi «Hoguet» sugli agenti immobiliari).

La decisione
La Corte stavolta ha concluso che l’attività di Airbnb è un «servizio della società dell’informazione»: la piattaforma non eserciterebbe un’influenza decisiva sui servizi di alloggio (ad esempio sul prezzo per le locazioni) e non sarebbe indispensabile per l’erogazione del servizio, visto che locatori e locatari dispongono di numerosi canali alternativi.

La pronuncia ha rinnovato le crescenti perplessità formulate da più parti in questi anni sulle regole del gioco che si stanno definendo in Europa per l’economia digitale. Rispetto al caso specifico, a sollevare dubbi è innanzitutto l’affermazione secondo cui Airbnb - una piattaforma spesso accomunata a Uber come “market maker” - non abbia creato una nuova offerta nel settore degli affitti a breve termine.

Rispetto all’influenza esercitata sul servizio, le considerazioni della Corte sembrano inoltre sottovalutare il complesso sistema di incentivi e strategie che attraverso algoritmi governano i mercati bilaterali, riecheggiando così la retorica del marketplace sostenuta dalle piattaforme.

Conseguenze
Il risultato finale è che agli intermediari che non rispondono ai criteri stabiliti dalla Corte - verosimilmente la stragrande maggioranza, se pensiamo a quante piattaforme possano definirsi «indispensabili» per la fornitura di un certo servizio - non si applicano né la disciplina sui servizi sottostanti, né quella sugli intermediari non digitali, indipendentemente dal loro impatto sull’economia e sul territorio.

In questo scenario le autorità locali sono sempre più sole, costrette ad agire nei confronti della massa di fornitori anziché delle piattaforme: una soluzione non solamente in molti casi impraticabile per mancanza di risorse, ma anche azzardata sul piano giuridico, come dimostrano alcuni recenti casi olandesi sulla liceità delle pratiche di ‘scraping' per la raccolta di dati.

All’indomani della sentenza, Airbnb non ha nascosto la propria soddisfazione per l’esito della vicenda e si è affrettata a dare rassicurazioni sul proprio intendimento di continuare a lavorare con le autorità locali su regole chiare. Quel che è certo è che da oggi potrà farlo da una posizione di forza ancora maggiore di prima.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...