la società offre connessioni internet via radio

Arrestato l’ad di Eolo. La Gdf: «Ricavi con frequenze non autorizzate». E blocca 3,5 milioni di euro dai conti

di Antonio Larizza


default onloading pic

3' di lettura

Luca Spada, il legale rappresentante di Eolo, internet service provider operante su scala nazionale con sede a Busto Arsizio, è agli arresti domiciliari da martedì pomeriggio. La Guardia di Finanza di Busto Arsizio accusa l’imprenditore di «truffa ai danni dello Stato pluriaggravata», «furto di radiofrequenze non autorizzate pluriaggravato» e «turbata libertà dell’esercizio di un’industria o di un commercio».

La società di tlc è specializzata in fornitura di connessioni internet veloci via radio, e opera soprattutto nelle “aree bianche”, ovvero in quelle aree non raggiunte dalla rete Adsl. Nata negli anni 2000, è cresciuta velocemente: oggi fattura 100milioni di euro all’anno, ha 300.000 clienti e 400 dipendenti. Le indagini sono coordinate dalla procura di Busto Arsizio.

Le contestazione della Gdf
Secondo la ricostruzione delle fiamme gialle, la società guidata da Luca Spada avrebbe fornito illegittimamente al pubblico servizi di connessione «internet veloce» tramite tecnologia wireless, occupando frequenze non ancora assegnate dal Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) e guadagnando da questa attività, illecitamente, 3,5 milioni di euro. I fondi sono stati sequestrati dalla Finanza direttamente dai conti bancari della sicietà. Risultano indagati per gli stessi reati altri cinque manager e la società stessa. Tre dei manager indagati non lavorano più nella società.

La replica: «questione già chiarita 2 anni fa»
Eolo respinge le accuse con un comunicato, spiegando che vi era già stato un confronto sulle frequenze “incriminate” con lo stesso Mise. «Eolo - spiega la società - apprende con stupore che Luca Spada, amministratore delegato, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per una vicenda chiarita 2 anni fa presso le sedi competenti».

«L’azienda e i suoi soci - prosegue il comunicato - rinnovano la fiducia sia nei confronti del proprio top management che nelle autorità competenti, certi che la vicenda verrà chiarita nell'interesse di tutte le parti coinvolte».

Chi è Luca Spada
Luca Spada, l’ad di Eolo da martedì agli arresti domiciliari, è considerato lo «Steve Jobs» italiano delle Tlc. Nel 1994 fonda Skylink, uno dei primi internet provider italiani. Dopo la bolla della new-economy, nei primi anni 2000 decide di avviare l’avventura imprenditoriale che porterà alla nascita di Eolo. Tutto inizia nel suo paese, Malgesso, in provincia di Varese, dove internet non arrivava. Il futuro imprenditore ha un’intuizione: si costruisce in garage un ponte radio. Poi, dalla sua azienda, dove invece internet arrivava, invia il segnale al ponte radio collocato sul monte Tre Croci, a Varese, e da lì lo rilancia verso le abitazioni del suo quartiere. La sera stessa, quelle case navigavano con la banda larga a 20 Mb al secondo. Da allora Spada non si è più fermato: ha costruito Eolo, un gruppo capace di sfidare, da “indipendente”, i colossi delle Tlc italiane.

Lo scontro sulle frequenze
Sullo sfondo della vicenda potrebbe esserci anche uno scontro sulle frequenze assegnate dal Mise. Per offrire i suoi servizi Eolo utilizza - dopo averle acquistate nel 2017 - anche frequenze a 28 GHz funzionali al 5G. Una “famiglia” di frequenze oggi sempre più ambita sul mercato, proprio perché abilitante per il 5G, che fa gola a molti operatori. Con la sua tecnologia e sfruttando il vantaggio acquisito negli anni sulle connessioni internet wireless, Eolo ha piani societari per «portare connessioni a 100 Mega nei piccoli comuni». Recentemente ha siglato un accordo con Oper Fiber, per coprire - con una sperimentazione pilota - i comuni di quattro “aree bianche” non raggiunte dall’Adsl.

In una prima versione del pezzo, poi corretta, i test eseguiti da Luca Spada per portare la banda larga nel suo paese erano stati collocati nel 1990, e non nei primi anni 2000. Ringraziamo il lettore che ha segnalato l’imprecisione permettendoci di correggere prontamente l’errore.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...