Global Consumer Confidence Survey NIELSEN

Arretra la fiducia dei consumatori: nel quarto trimestre 2019 scende a 70 punti (-1)

Crescono la consapevolezza del quadro macro-economico stagnante e una maggiore propensione all’utilizzo strategico del denaro a disposizione

di Enrico Netti

(Imagoeconomica)

1' di lettura

Cala la fiducia dei consumatori italiani e nel quarto trimestre scende a 70 punti (1 sul precedente trimestre). Tra i principali mercati europei crescono Gran Bretagna +3 (99 punti) e Francia +3 (83 punti) mentre calano Germania -2 (102 punti) e Spagna -1 (86 punti). Queste le ultime rilevazioni che emergono dall’aggiornamento all’ultimo trimestre 2019 della Conference Board Global Consumer Confidence Survey svolta in collaborazione con Nielsen su base trimestrale. Flat la fiducia a livello mondiale (107 punti, senza variazioni) mentre il totale Europa cala di due punti (quota 86).

«Dall’ultimo aggiornamento dell’indice di fiducia dei consumatori – commenta Laurent Zeller, ad di Nielsen Connect Italia – emerge una maggior consapevolezza del quadro macro-economico stagnante e una maggiore propensione all’utilizzo strategico del denaro a disposizione. Arrivano infatti a quota 58% le persone che adottano misure per risparmiare, il dato più alto degli ultimi tre anni. Gli italiani non rinunciano ai piaceri del cibo, e la crescente scelta di ridurre le spese per automobile e bollette indica una preferenza per il risparmio amico dell’ambiente».

Loading...

Tra le principali preoccupazioni degli italiani al top rimane quella per il posto di lavoro (18%). Alti i timori per l'economia del paese (13%). Nella classifica si colloca poi a quota 10% l’attenzione per il proprio stato di salute (in aumento di 1 punto rispetto al trimestre precedente). Seguono il riscaldamento globale, istruzione e/o benessere dei figli e aumento del costo delle utenze.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti