lo sbarco

Arriva a Pozzallo la nave Alan Kurdi, sbarcati i 32 migranti

Sono stati ricoverati nell’ospedale di Modica una donna al settimo mese di gravidanza e un bambino di 6 mesi che soffriva di otite. Il resto del gruppo è stato trasferito nell’hot spot di Pozzallo


Blitz contro il traffico di migranti, arresti in Italia e Grecia

1' di lettura

Approdata, poco fa, nel porto di Pozzallo, la nave Alan Kurdi, della Ong Sea Eye, con 32 migranti a bordo soccorsi nel Mediterraneo. Lo sbarco delle 32 persone è stato completato, dopo le visite mediche, a cura del medico di porto Vincenzo Morello.

Sono stati ricoverati nell’ospedale di Modica una donna al settimo mese di gravidanza e un bambino di 6 mesi che soffriva di otite.

Il resto del gruppo, quasi tutti nuclei familiari di nazionalità libica, è stato trasferito nell’hot spot di Pozzallo che nei giorni scorsi era stato svuotato perché i rifugiati arrivati nei mesi scorsi sono stati ricollocati in altri paesi europei.

La decisione di assegnare Pozzallo come porto sicuro è stata assunta dal Viminale per la presenza a bordo di persone in condizioni di vulnerabilità.

Per approfondire:

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...