PRIVACY

Arriva il registro per fermare il telemarketing anche sui cellulari

Il prossimo consiglio dei ministri esaminerà molto probabilmente il regolamento che amplia il Registro delle opposizioni anche ai numeri cellulari.

di Carmine Fotina


default onloading pic

2' di lettura

Stop al telemarketing indesiderato anche sui cellulari. La svolta per milioni di utenti insofferenti alle chiamate a qualunque ora del giorno è contenuta in un regolamento della presidenza del consiglio e del ministero dello Sviluppo economico che dovrebbe approdare al prossimo Consiglio dei ministri.

In pratica si amplierà il registro delle opposizioni che oggi riguarda solo i numeri fissi e da circa un anno la posta cartacea recapitata a casa. Il nuovo registro a conti fatti avrà un ambito di applicazione enorme, oltre 20 milioni di utenze fisse e 83 milioni di numeri cellulari.

I tempi per l’effettiva partenza
Iscrivendosi gratuitamente al registro, gli utenti (persone fisiche, persone giuridiche, enti o associazioni) potranno evitare telefonate indesiderate per fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta, oppure per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Il percorso per rendere a tutti gli effetti operativo il registro non si preannuncia però breve. Previsto dalla legge 5 del 2018, l’elaborazione di questo nuovo strumento (un Decreto del presidente della Repubblica in sostituzione del Dpr 178/2010) si è mostrata più complessa del previsto. E richiederà, dopo il passaggio in consiglio dei ministri, una consultazione con operatori e associazioni dei consumatori e poi la predisposizione delle modalità tecniche di funzionamento. Previsione: fine 2020.

Gli adempimenti per società e utenti
Gli operatori che vorranno effettuare attività di telemarketing saranno tenuti a consultare il registro per accertarsi che l’utente non abbia negato il suo consenso all’utilizzo del numero o dell’indirizzo. E, per farlo, dovranno corrispondere al ministero dello Sviluppo o al gestore che sarà individuato una tariffa di accesso su base annuale. Se sarà un gestore ad occuparsi del registro, dovrà essere assicurata la vigilanza sia del ministero sia del Garante della privacy.

Gli utenti invece avranno due differenti opzioni per iscriversi al registro. Con un apposito modulo elettronico sul sito web del gestore del registro oppure mediante chiamata, usando il numero della linea telefonica per la quale si intende negare il consenso.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...