volkswagen

Arriva il suv elettrico formato famiglia: ecco ID.4

Debutta ID.4 con batteria che offre più di 500 km di autonomia

di Simonluca Pini

default onloading pic

Debutta ID.4 con batteria che offre più di 500 km di autonomia


2' di lettura

Entro il 2025, il gruppo Volkswagen ha intenzione di immettere sul mercato fino a 75 modelli puramente elettrici per arrivare a vedere come marchio circa 26 milioni di veicoli elettrici entro il 2029. Oggi l’obiettivo del gruppo di Wolfsburg sembra difficilmente raggiungibile ma il costruttore tedesco ha dalla sua “diversi assi nella manica” da mettere sul tavolo. Il primo è l’investimento realizzato per la crescita della gamma elettrica, pari a 33 miliardi di euro a livello gruppo, che diventano 80 per l’intera transizione green.

La maggior parte dei nuovi modelli sarà realizzata sulla nuova piattaforma modulare elettrica Meb, cuore nevralgico della strategia elettrica di Vw e punto di partenza della ID.3 e della nuova ID.4. Primo suv a zero emissioni prodotto dal costruttore teutonico, la ID.4 conquista anche il titolo di auto elettrica globale considerata la produzione in Germania, Stati Uniti e Cina.

Loading...

Caratterizzata da dimensioni adatte ad una famiglia, con una lunghezza di 4.58 metri e un passo di 2.76, arriverà nelle versioni 1ST edition che si basano sulla ID.4 Pro Performance ed erogano 150 kW (204 cv). Il suv elettrico della Volkswagen è in grado di affrontare anche tratte lunghe e dichiara un baule di 534 litri. Sui modelli ID.4 1ST una batteria con una capienza energetica netta di 77 kWh, dal peso di 493 kg, offre un’autonomia fino a 520 km (dato realistico secondo il costruttore riferito a un normale uso quotidiano). La ricarica, presso colonnine ad alta potenza come Ionity, avviene fino a 125 kW in corrente continua e servono 30 minuti per 320 km di autonomia. A bordo ritroviamo l’ambiente connesso già visto su ID.3 e la guida autonoma di livello 2 Oltre alle novità a zero emissioni debutta la nuova Golf Variant, basata sulla ottava generazione della media di Wolfsburg. Rispetto al precedente modello è più lunga di prima fino a 4,63 metri e offre un passo di 2,68 metri, garanzia di una maggiore abitabilità interna, visto che lo spazio per le gambe dei passeggeri che siedono dietro è aumentato. Cresciuta anche la capacità di carico fino a 605 litri di base che diventa di 1.642 litri coi sedili dietro abbassati. Presente anche l’apertura del portellone a mani libere mentre nel vano bagagli sono previsti ganci e anelli di fissaggio, nonché due prese di corrente, una da 12 volt e l’altra da 230 volt.

La gamma motorizzazioni ricalcherà quella della Golf cinque porte, partendo così dalle unità 1.000 e i 1.500 Tsi a benzina da 110, 130 o 150 cv di potenza massina a cui si aggiunge il turbodiesel Tdi di 2.000 cc nella doppia variante di potenza da 115 o 150 cv. In alternativa sono poi disponibili anche le unità elettrificate del tipo mild hybrid eTsi 48 v da 110, 130 e 150 cv. Sarà disponibile anche la variante Alltrack, pensata per chi utilizza la vettura anche su strade bianche e necessità di maggiore protezione e funzionalità.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti