LO SBARCO

Arrivano in Italia i mezzi pesanti firmati Ford

Debutta nel nostro paese F-Trucks che importa i trattori stradali costruiti in Turchia

di Federico Cociancich


default onloading pic
Ford F-Max. Truck of the Year 2019 vanta motori a basso impatto ambientale

2' di lettura

Il mercato dei mezzi pesanti in Italia è presidiato da decenni da sette protagonisti, da oggi Ford vuole diventare l’ottavo interprete, e lo fa tramite la nuova Società per Azioni F-Trucks Italia. La strategia di ampliamento sul mercato europeo di Ford parte dalla Turchia, passa da Spagna e Portogallo, dove è arrivata lo scorso ottobre, con l’intenzione di raggiungere una copertura quasi completa del vecchio continente entro il 2023. Alla filiale di Istambul, Ford Otosan, spetta il compito di gestire l’operazione, anche grazie al fatto che tutti i veicoli verranno prodotti in Turchia.

Il mercato europeo e in particolare quello italiano, sono infatti strategici: il nostro Paese è il sesto mercato in Europa per quanto riguarda i truck, abbiamo il più grande parco circolante europeo e nel 2018 il mercato italiano degli autocarri (mezzi pesanti oltre le 3,5 tonnellate) ha fatto registrare una crescita del 5,1% in termini di immatricolazioni. F-Trucks Italia è dunque una società per azioni il cui capitale è distribuito in quattro parti: le prime tre, tutte al 31 %, sono sottoscritte rispettivamente da Maurelli Group, azienda leader nel settore Truck e ricambistica; Vfm Company, controllante di Vrent, affermata società nel segmento del noleggio di veicoli industriali e commerciali; e Storti Group, un insieme articolato di società che spaziano dal trasporto siderurgico a quello fluviale, dal servizio di logistica ferroviaria alla manutenzione tramite officine e concessionarie.

La restante quota, pari al 7 %, è detenuta da Edoardo Gorlero, Ceo di Vrent. A dirigere la neonata F-Trucks Italia sono stati scelti Massimiliano Calcinai, figura conosciuta negli ambienti del trasporto, con il ruolo di Amministratore Delegato, e Giacomo Maurelli, amministratore unico del Gruppo Maurelli, in qualità di Presidente del Cda. La promessa è di entrare nel mercato in maniera aggressiva, e lo dimostra la scelta dell’F-Max come primo mezzo disponibile: il trattore stradale 4X2 della casa americana è infatti il vincitore del premio International Truck of the Year 2019.

Design, bassi consumi e impatto ambientale molto basso sono i suoi punti di forza, assieme a una nuova cabina con dotazioni tecnologiche all’avanguardia e realizzata con il contributo di diverse aziende italiane. L’obiettivo di F-Trucks Italia per i prossimi tre anni è quello di raggiungere una quota di mercato tra il 5 e il 6%; nel lungo periodo le ambizioni sono ovviamente maggiori, ma per raggiungerle sarà necessario sviluppare prima una capillare rete di assistenza e post-vendita in tutta Europa.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...