mercato francese

Art-O-Rama: fiera di qualità in equilibrio tra mercato e ricerca

di Nicola Zanella


default onloading pic
Gillian Bret, Phusis, Hubris, Debris #Baatou, 2019, mixed media, Galleria C+N Canepaneri. 17.000 euro

4' di lettura

Durante l'ultimo week end di agosto ha avuto luogo Art-O-Rama , la fiera d'arte contemporanea di Marsiglia, diretta anche quest'anno da Jerome Pantalacci, è arrivata alla sua 13ª edizione e ha attirato circa 5.000 visitatori nei tre giorni di apertura.

Marsiglia non è una città con una grande tradizione di collezionismo, e storicamente sono poche le gallerie di base qui ad aver calcato le fiere più blasonate, ma dopo essere stata Capitale Europea della Cultura nel 2013, nel 2020 si troverà di nuovo al centro della scena ospitando la 13ª edizione di Manifesta , dal titolo «Les Parallèles du Sud»: la più importante biennale itinerante di arte contemporanea per la prima volta fa tappa in una città francese.

Hanno partecipato 32 gallerie per una fiera tra le meno commerciali che dall'anno della sua fondazione 2007 non ha mai tradito la sua vocazione: privilegiare espositori con progetti artistici innovativi e sperimentali. La vera peculiarità di Art-O-Rama rimane il fatto che dopo la chiusura della fiera gli stand rimangono montati per altre due settimane trasformandosi così in una mostra a tutti gli effetti, visitabile nei padiglioni della “Friche la Belle de Mai”.

Tra le più soddisfatte, anche per le vendite, è la galleria parigina Antoine Levi , presente in fiera con tre artisti: Ola Vasiljeva, Lisetta Carmi e Louis Fratino, quest'ultimo è particolarmente seguito dai collezionisti e i suoi disegni su carta ispirati a Jean Cocteau erano proposti a 3.500 euro. Vendite ad acquirenti sia francesi che internazionali per la galleria parigina.

Meno effervescenti le vendite per gli espositori stranieri, che comunque hanno apprezzato il clima rilassato di Art-O-Rama e l'opportunità di poter colloquiare con una calma impossibile in altre fiere con i collezionisti, apprezzata anche e la forte presenza di direttori del FRAC (Fondi Regionali d'Arte Contemporanea), il sistema di musei di arte contemporanea francese dotati ognuno di un proprio budget per le acquisizioni. Sicuramente il costo dello stand equiparato per tutte le gallerie a soli 2.500 euro rendeva le aspettative basse e l'animo dei galleristi tranquillo.

Jacqueline de Jong, Gardez-vous à gauche (Série Noire), 1981 Olio su tela, 140x160 cm, Galleria Durst Britt & Mayhew, 40.000 euro

Le opere più care presenti in fiera erano due dipinti figurativi di Jacqueline de Jong proposti a 40.000 euro da Durst Britt & Mayhew , l'artista ottantenne olandese è una rivalorizzazione felice di questi ultimi anni e ha rappresentato un unicum sia per il prezzo che per l'età. Ottimo riscontro per i lavori dell'artista peruviano Nicolàs Lamas, le sue sculture costituite dall'assemblaggio improbabile di oggetti erano in vendita con prezzi dai 2.800 agli 8.000 euro presso la galleria rumena Sabot .

Nicolàs Lamas, dettaglio dello stand della galleria Sabot. Prezzi dai 2.800 agli 8.000 euro per l'artista peruviano

Sempre dalla Romania la galleria Suprainfinit ha proposto un solo show del collettivo Apparatus22 con una presentazione immersiva hanno esposto una serie di opere fortemente concettuali con un range di prezzo dai 5.000 ai 9.000 euro.

Installation View Galleria Suprainfinit. Solo show Apparatus22

Di grande impatto l'installazione video dell'artista croata Norma Turato, che ancora una volta ha messo il linguaggio al centro della sua ricerca, la video-installazione in edizione di cinque era in vendita a 8.000 euro presso la galleria LambdaLambdaLambda di Pristina.

Norma Turato, I don't need to make sense, I just need to let it go. 2018. ED di 5 + PA. Video installazione, galleria LambdaLambdaLamda

Le italiane. Cinque le gallerie italiane presenti Norma Mangione, Veda, Fanta, Galleria Six , e C+N Canepaneri. Galleria Fanta, che per la prima volta ha preso parte ad una fiera, ha proposto un solo show dell'artista italiano Alesssandro Agudio, una delle sue sculture-oggetto con prezzi dai 3.500 ai 5000 euro è stata acquisita da un collezionista italiano il giorno dell'opening. Anche per la galleria milanese C+N Canepaneri è la prima volta ad Art-O-Rama e per l'occasione ha proposto un solo show di Gillian Brett, le cui installazioni avevano prezzi fino ai 17.000 euro. Brett prenderà parte alla prossima edizione di Manifesta.

I collezionisti. Presenti erano soprattutto francesi, l'immancabile delegazione belga e qualche italiano, tra questi il giovane collezionista Michele Cristella ha acquisito una fotografia di Naoki Sutter-Shudo presso la galleria Crevencoeur con sede a Parigi e Marsiglia.
I nomi-vedettes del collezionismo marsigliese sono la la coppia di psichiatri Marc e Joseé Gensollen che ha costituito il proprio museo privato, La fabrique Gensollen, la coppia (deformazione professionale?) ha un approccio molto cerebrale e la collezione è costituita quasi interamente da opere concettuali con una predilezione per opere intangibili e i video.

Interessante, infine, il gruppo di otto giovani collezionisti Lumiére costituito nel 2011 e capitano dal farmacista marsigliese Sébastien Peyret che ha aperto lo spazio espositivo Atlantis in un anonimo piano terra con vetrina di Rue du Chavalier Roze, non esattamente via Montenapoleone; qui il collettivo organizza quattro mostre l'anno di artisti emergenti, facendosi carico della produzione dei lavori, che spesso finiscono per acquisire. Durante i giorni di Art-O-Rama hanno inaugurato la mostra «God-Shaped Hole» di Win MacCarthy. Da due anni Atlantis ha attirato come dirimpettaio la già citata galleria Crevancoeur ponendo le basi per un nascente distretto di arte contemporanea in città.

Aspettando Manifesta 2020 e il carico di speranze che inevitabilmente coinvolge anche Art-O-Rama, la kermesse marsigliese si tiene ben stretta la sua identità rilassata ed attenta agli aspetti curatoriali, fiera di non essere solo una fiera pur sempre a fine agosto.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...