mercato dell’arte

Artcurial chiude il 2018 con una crescita del 2% delle vendite d’asta

di Stefano Cosenz


Van Gogh Raccommodeuses de filets dans les dunes 1882 -® Artcurial

5' di lettura

Artcurial ha presentato il 18 dicembre, nella sua sede parigina al 7 Rond-Point des Champs-Ếlysée, il bilancio delle sue attività nel 2018 che registra una crescita del 2% delle sue vendite all'asta, attestandosi quest'anno a 195,3 milioni di euro. Inoltre, in termini di Gruppo creatosi lo scorso anno con l'acquisizione di John Taylor , come ha dichiarato Nicolas Orlowski, presidente del gruppo Artcurial: “si afferma per la prima volta leader europeo dell'intermediazione dei beni di lusso, registrando una crescita globale del 10% in rapporto all'anno precedente. Questa percentuale si è realizzata grazie alle vendite di opere d'arte e di oggetti da collezione, le intermediazioni immobiliari di lusso e servizi associati di John Taylor, e Arqana , specializzata nella vendita di cavalli puro-sangue. L'anno 2019 sarà consacrato allo sviluppo indipendente di ciascuno dei marchi del Gruppo e della messa in opera delle prime sinergie commerciali”.

I successi del 2018. L'anno in via di conclusione è stato caratterizzato da diverse vendite di successo come “Rétromobile 2018” organizzata da Artcurial Motocars, “Repertorio Sottsass”, “Au temps du Japonisme”, dagli eccellenti risultati offerti dall'arte moderna e dagli Impressionisti, in particolare con la vendita di un paesaggio di Vincent Van Gogh per 7 milioni di euro e dalla crescita del 26% del dipartimento di Arte Post-War e Contemporanea. A parere degli esperti della casa parigina: “la nostra decisione, all'inizio del 2018, di cessare le vendite a Drouot si è immediatamente tradotto in una crescita del prezzo medio del lotto e in un aumento della percentuale dei lotti venduti, attestata al 76%”. Le cinque prime vendite “Only Online” che si sono organizzate nel 2° semestre del 2018 confermano il potenziale di questo nuovo strumento, attirando soprattutto un pubblico giovane grazie ad eventi tematici. Il loro ritmo si accrescerà nel 2019. Intanto a Montecarlo si sta realizzando uno spazio espositivo permanente, oltre ad una vendita di arte moderna e contemporanea che avrà luogo il prossimo luglio. Nuove sinergie in ambito europeo, portano a intensificare la presenza di Artcurial, come la vendita di Arte Tribale che sarà organizzata nel prossimo mese di aprile a Bruxelles con la casa tedesca Lempertz di Colonia.

Cifre chiave di Artcurial nel 2018
•39 record mondiali all'asta
•48 lotti acquistati e/o oggetto di prelazione da parte delle organizzazioni museali
•10 aste milionarie con 37 lotti venduti a più di 500mila euro
•28 vendite di intere collezioni con 69 collezioni private disperse
•75% di acquirenti internazionali di lotti dal valore superiore a 50mila euro
•Distribuzione del volume di vendita in percentuale di ciascun dipartimento:
Artcurial Motocars (automobili da collezione, Automobilia) 27%
Beaux-Arts (Maestri antichi e del XIX secolo, arredi antichi, orientalismo, arte asiatica, e orientale archeologia, libri e manoscritti) 18%
Arti del XX e XXI secolo (arte impressionista e moderna, Post-War e Contemporanea, Fotografia, Design, Street Art, Stampe, Edizioni limitate, Art Déco, Tavole originali dei Maestri del fumetto) 38%
Beni di lusso (Orologi, Moda, Vini ed alcool, Stilografiche) 17%
I record nel 2018 dei diversi dipartimenti

Arti del XX e XXI secolo
•crescita del 26% di post-war e arte contemporanea
•crescita del 35% di Street Art (dispersione nel 2018 della collezione “Search & Stop” per 760mila euro)
•Vendita il 4 giugno di un paesaggio di Vincent Van Gogh del periodo olandese per 7.065.000 euro (prezzo più alto pagato in Francia nel 2018 per un'opera di arte moderna)
•Vendita il 4 giugno di un olio su tela proveniente dalla collezione André Lejard di Fernand Léger, “Ếlément mécanique”” del 1920-122 per 1.807.000 euro
•Vendita il 4 giugno di un olio su tela di Zao Wou-Ki, “1.6.88 – 1988” per 3.518.600 euro
•Vendita il 4 giugno di un olio su tela di Joan Mitchell del 1976 “Sans titre” per 976.200 euro
•«Kill Mom?» di Bansky del 2003, stampino e pittura aerosol su cartone, 220 x 200 cm, venduto il 19 novembre 2018 per 617.650 euro
•Le arti decorative e il design totalizzano 16,5milioni di euro nell’anno (la scala della Torre Eiffel realizza 169mila euro)
•Il dipartimento di Design lancia delle vendite dedicate esclusivamente al Design italiano
•La “Bibliothéque Nuage – 1960” di Charlotte Perriand type “Tunisie” in alluminio spazzolato e laccato nero venduta il 16 maggio per 691mila euro, record mondiale per una biblioteca della designer
•Il dipartimento di Art Déco ha battuto il record mondiale per un lampadario della designer irlandese Eileen Gray venduto per 381mila euro e della stessa designer la poltrona “Bibendum” del 1926-28 venduta il 27 novembre per 629mila euro
•Il dipartimento delle Tavole originali dei Maestri del fumetto ha venduto per 269.400 euro una tavola di Astro Boy disegnata da Osamu Tezuka, una delle figure emblematiche del manga

Artcurial chiude il 2018 con una crescita del 2%

Artcurial chiude il 2018 con una crescita del 2%

Photogallery14 foto

Visualizza

Artcurial Motocars
•Due vendite eventi nell’anno: Rétromobile a Parigi in febbraio (32 milioni di euro di fatturato, 86% dei lotti venduti, di cui il 40% al disopra della stima), Mans Classic al Circuit des 24Heures du Mans (12,6 milioni di euro di fatturato, il 46% superiore rispetto al 2017)
•Una Mercedes 300SL Roadster del 1963 ha realizzato 3.143.000 euro, nuovo record mondiale per questo modello al Mans Classic
•Una Bugatti 1938 Type 57C Coupe Atalante venduta il 9 febbraio a Rétromobile per 2.902.200 euro, record mondiale per questo modello

Beaux-Arts
•Si raddoppia il volume di vendite del dipartimento Arte Asiatica (5,7 milioni di euro di fatturato), grazie in particolare alla dispersione di un'importante collezione privata di stampe giapponesi
•Si raddoppia il volume di vendite del dipartimento Libri e Manoscritti grazie in particolare alla partecipazione di Artcurial alla dispersione della Collezione Aristophil
•Leader in Francia, il dipartimento Maestri antichi e del XIX secolo ha riscoperto un ritratto di Charles Perrault eseguito da Charles Le Bruno, che si pensava andato perduto, oggetto di prelazione da parte del Castello di Versailles per 91mila euro e venduto poi a un collezionista straniero per 195mila euro

Lusso
•Crescita del 44%
•Vendita degli arredi del Ritz Paris che ha totalizzato 7,3milioni di euro
•Le due vendite di Gioielli, Orologi da collezione, Hermes Vintage e Moda tenutasi a gennaio e luglio a Montecarlo hanno totalizzato 20milioni di euro
•Coppia di orecchini ornati da due diamanti a taglio pera di 7,81 e 7,56 carati (D – VVS) venduti a Montecarlo il 18 gennaio per 790.200 euro
•Lancio di una vendita tematica dedicati agli orologi per donna “Le Temps est feminine” con crescita del dipartimento di orologi del 30% e fatturato di 5,5 milioni di euro
•Crescita del 50% in tre anni con un fatturato superiore a 6 milioni di euro del volume delle vendite del dipartimento di Vins Fins & Spiritueux

Ultimo appuntamento del 2018. Il 30 dicembre Artcurial ritorna in Marocco per la terza edizione di Paris#Marrakech (26 dicembre- 5 gennaio 2019). Quattro vendite sono state organizzate: “de Constantinople à Tanger”, una collezione privata italiana; “African Spirit” dedicata all'arte africana contemporanea; “Majorelle et ses contemporains”, “Made in Morocco”, vendita consacrata all'arte del Marocco. La manifestazione, lanciata da Artcurial, raccoglie 12 attori culturali della città rouge (musei, fondazioni, gallerie).

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti