a milano

Arte e lancette, Eberhard & Co. sostiene «Il Duomo ai tempi di Leonardo»

In mostra fino al 23 febbraio il racconto della costruzione del tiburio della cattedrale, nel periodo tra il 1482 e il 1499

di Paco Guarnaccia


default onloading pic

2' di lettura

Fino al 23 febbraio 2020 sarà in cartellone nella Sala Gian Galeazzo del Museo del Duomo di Milano l’esposizione Il Duomo al tempo di Leonardo. Realizzata sotto la direzione del comitato scientifico della Veneranda Fabbrica del Duomo, la mostra fa parte dei progetti del comune legati a Milano e Leonardo 500 (nel 2019 si celebrano i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci) e racconta la complessa costruzione del tiburio della cattedrale milanese e di quando, tra il 1482 e il 1499, il geniale inventore toscano vi collaborò.

In esposizione ci sono i suoi disegni dedicati al progetto raccolti nel Codice Atlantico e una versione multimediale realizzata in collaborazione con il Politecnico di Milano che rielabora i suoi studi mostrando la sua proposta. Ma non solo. Il visitatore potrà compiere un viaggio ideale diviso in cinque sezioni (il cantiere del Duomo nel 400; il cantiere armonico di Franchino Gaffurio; Leonardo e il Duomo; La sfida del tiburio; la Guglia Maggiore) che svelano documenti e disegni, provenienti da enti milanesi come la Veneranda Fabbrica del Duomo, ente ecclesiastico che Eberhard & Co. sostiene e con il quale la casa orologiera ha cominciato un percorso pluriennale a supporto del progetto per la digitalizzazione dei suoi documenti.

«Il nostro impegno in questo senso rispecchia la vocazione al sostegno di iniziative culturali che abbiano come obiettivo la divulgazione e la custodia del patrimonio artistico del nostro paese - spiega Mario Peserico, amministratore delegato del brand –. Dopo l’esposizione di cinque fogli riprodotti del Codice Atlantico nella mostra L’ottica di Leonardo: dall’éidola alla camera obscura che si è svolta all’ultimo MIA Photo Fair, fiera internazionale di fotografia d’arte di cui siamo partner da sette anni, poter patrocinare un ulteriore evento dedicato a Leonardo nell’anno delle sue celebrazioni è stata per noi un’occasione immancabile».

Anche Borsa Italiana supporta Veneranda Fabbrica del Duomo: «Siamo contenti di rinnovare il nostro sostengo – dice Valentina Sidoti, Responsabile del progetto Finance for Fine Arts di Borsa Italiana –. All’interno di questa mostra abbiamo contribuito al restauro di due statue raffiguranti due angeli, attribuite a Giovanni Antonio Amadeo, restituendo al pubblico e alla città di Milano un importante tassello della loro storia».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...