ArtEconomy24

Al via bando Consip per l'affidamento dei servizi gestionali e operativi…

  • Abbonati
  • Accedi
Premi e concorsi

Al via bando Consip per l'affidamento dei servizi gestionali e operativi dei musei italiani

  • –di Marilena Pirrelli

Si rimette in moto la macchina operativa per la gestione dei musei statali, regionali e dei luoghi di cultura pubblici locali. Da oggi è pubblico il bando per l'affidamento di servizi gestionali e operativi (Facility management), lo si legge oggi sul sito della Consip. La prima gara avviata nell'ambito del progetto di collaborazione con il MiBACT ha come obiettivo assicurare meccanismi trasparenti ed efficienti per gli affidamenti dei servizi da svolgere nei 20 nuovi musei autonomi, nei 17 poli museali regionali e negli altri luoghi di cultura gestiti dagli enti locali.

La gara appena bandita renderà disponibili al MiBACT e agli enti locali sia i “servizi operativi” (manutenzione impiantistica, pulizia ed igiene ambientale, manutenzione del verde, facchinaggio/traslochi, il Servizio di Assistenza e supporto al pubblico; il Servizio di Supporto all'allestimento degli spazi e all'inventario/catalogazione; Servizio di Supporto per archivi e biblioteche) sia i “servizi di governo” (sistema informativo, call center, anagrafica tecnica, Gestione Ordini Attività a guasto o a richiesta; Programmazione e Controllo Operativo delle Attività; Sistema di Customer satisfaction; Sistema di Monitoraggio e Controllo), attraverso lo strumento della convenzione-quadro. Il MiBACT e le amministrazioni locali interessate potranno acquistare direttamente i servizi dai fornitori selezionati da Consip, senza procedere a ulteriori gare. Questo meccanismo dovrebbe produrre risparmi non solo in termini di prezzi d'acquisto, ma anche di tempo e di processo.

Il valore complessivo del bando, suddiviso in nove lotti territoriali (divisi per regioni e macro aree come quella composta da Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia) è di 640 milioni di euro ¬– i lotti variano da 90 a 61 milioni di euro - e i contratti che deriveranno dalla convenzione aggiudicata avranno durata di quattro o sei anni. La convenzione rimarrà in vigore per 24 mesi (più eventuali 12 di proroga), periodo durante il quale il MiBACT e le altre amministrazioni pubbliche potranno emettere i loro ordini sulla base della convenzione.

Il ruolino di marcia per partecipare al bando è il seguente: il 25 settembre scade la richiesta di chiarimenti, il 19 ottobre, invece, è il termine per la ricezione delle offerte e il ritiro della documentazione. La gara verrà aggiudicata valutando l'offerta economica più vantaggiosa con un punteggio di 60 punti massimi per l'offerta tecnica e 40 per quella economica.

Oltre alla gara bandita il progetto MiBACT-Consip prevede anche una gara per il servizio di biglietteria nazionale per gli istituti e i luoghi della cultura pubblici e una serie di gare per i servizi aggiuntivi, finalizzate allo sviluppo di specifici “progetti culturali” e alla migliore fruizione dei siti.

Obiettivo del progetto è anche quello di porre fine al periodo delle proroghe delle concessioni dei servizi aggiuntivi nei luoghi della cultura, con un nuovo modello gestionale che prevede la cooperazione tra le migliori risorse pubbliche e private, per garantire la fruizione e la valorizzazione del patrimonio culturale nazionale. La rivoluzione porta in seno alla Consip le gare che sinora venivano bandite direttamente dal MiBACT per ogni luogo di cultura. Con questo bando all'offerta potranno accedere senza bandire gara tutti gli istituti statali e regionali acquistando il servizio direttamente dal fornitore affidatario che vincerà la gara Consip. Per gli enti locali l'opzione sarà facoltativa.

© Riproduzione riservata