ArtEconomy24

Londra, mercato selettivo per i dipinti antichi da Sotheby's

  • Abbonati
  • Accedi
Mercato dell'arte

Londra, mercato selettivo per i dipinti antichi da Sotheby's

  • –di Giovanni Gasparini

La seconda ed ultima asta serale dedicata ai dipinti dei grandi maestri, promossa da Sotheby's il 9 dicembre, ha trovato un'accoglienza tiepida pur riuscendo a vendere i due terzi dei lotti, fra cui due dei tre lavori con stime milionarie, per un ricavo pari a 22,6 milioni di sterline, entro la stima bassa di 21,8-32,6 milioni dopo l'aggiunta delle commissioni, assenti nelle stime.
I due lotti principali assommano a 13,7 milioni, lasciando così ad altri 27 lavori il compito di portare i rimanenti 9 milioni.

Si tratta della seconda versione dipinta da Constable di 'The Lock', una grande tela rappresentate un paesaggio inglese parte di una serie di sei vedute che avevano reso celebre il pittore nel 1824; il lavoro originale aveva ottenuto 22 milioni di sterline da Christie's nel 2012, mentre questa seconda versione si è dovuta accontentare di raggiungere, probabilmente con un solo acquirente interessato, la stima bassa di 8 milioni, 9,1 milioni di £ con le commissioni.

Dinamica simile per il secondo lotto milionario, un olio su pannello di Jan Gossaert rappresentante la Vergine con Cristo, che partiva già venduto grazie ad una garanzia di parte terza e fermatosi alla stima bassa di 4 milioni di £ dopo un solo rilancio, 4,6 milioni con le commissioni.

Si tratta in ogni caso del nuovo record per l'artista, i cui lavori raramente appaiono in asta; la serata ha portato a record in asta per altri due artisti italiani 'minori', entrambi con lavori a tema religioso: l'orvietano Cola di Petruccioli della fine del XIV secolo, con un fondo oro conteso al telefono fino a 257mila £, ed il toscano Alesso di Benozzo attivo alla fine del XV secolo, con una tempera su pannello aggiudicata in sala a 118mila £.

In generale, tutti e quattro i 'fondi oro' proposti hanno trovato compratori e hanno superato le stime, mentre solo quattro dei 19 dipinti a tema religioso offerti sono rimasti invenduti e ben 10 hanno superato le stime alte prima del l'aggiunta delle commissioni.

Risultati meno entusiasmanti per i paesaggi, con tre invenduti su nove offerti, fra cui uno dei due Vanvitelli milionari: mentre una veduta di Napoli è passata di mano a 845mila £, entro la stima bassa grazie al l'aggiunta delle commissioni e dopo un solo rilancio, una più rara veduta di Firenze di uguali dimensioni è rimasta al palo con una stima di 1-1,5 milioni di £.

Ottima performance, invece, per un classico lavoro di maestria di Joseph Wright of Darby 'A Grotto in The Gulf of Salerno', conteso fino a 665mila £, un multiplo della stima di 100-150mila £.
Grandi difficoltà per i ritratti, con sei invenduti su nove e due aggiudicazioni sotto le stime: rimangono al venditore entrambi i lavori di van Dyck, fra cui un ritratto a tutta lunghezza della Regina Henrietta Maria stimato 1,5-2,5 milioni.

In termini di scuole, l'arte italiana era presente con 15 lavori di cui solo due invenduti e otto aggiudicati oltre le stime, mentre le province olandesi presentavano 19 lavori di cui però otto rimasti al palo e solo tre aggiudicati oltre le stime.

Complessivamente oltre ai 15 invenduti, cinque lavori sono andati aggiudicati sotto le stime basse e 14 oltre le stime alte, nove dopo un solo rilancio contro la riserva.
Il mercato si conferma quindi assai selettivo e si nota l'assenza pressoché totale di interventi da parte dei galleristi pur presenti in sala; secondo la casa d'aste i collezionisti europei hanno dominato questa serata, pur essendoci partecipazione da parte di nuovi mercati.

L'asta di Sotheby's rassicura almeno in parte il mercato dopo la battuta d'arresto della sera precedente, ma conferma i problemi strutturali evidenziati in passato.
Basti pensare che Sotheby's proporrà a New York a fine gennaio un dipinto del Gentileschi stimato 25-35 milioni di dollari: da solo potrebbe raggiungere e superare il valore complessivo dell'asta inglese appena svoltasi.

© Riproduzione riservata