ArtEconomy24

A Deutsche Bank il Corporate Art Awards

  • Abbonati
  • Accedi
Premi e concorsi

A Deutsche Bank il Corporate Art Awards

Da secoli l’arte è presente nelle aziende, una lunga tradizione caratterizza poi quelle italiane e, in particolare, le banche e le fondazioni bancarie. Talvolta però la presenza di opere d’arte o di una collezione non vengono tenuti nella debita considerazione in azienda e non sempre si riesce a sviluppare tutto il potenziale identitario ed espressivo connaturato con l’arte. Un premio e riconoscimento alle aziende che già da tempo coltivano l'arte ci sembra un passaggio ben augurale a che le collezioni corporate diventino motore di visibilità e relazione con il territorio. Così il neonato Corporate Art Awards assegnato ieri a Roma alla collezione d’arte corporate di Deutsche Bank, alla presenza del Ministro Franceschini presso il Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo, ha premiato le eccellenze nel mondo aziendale capaci di identificare, valorizzare e promuovere la collaborazione tra il mondo del business e quello dell’arte a livello internazionale.

La gara. All’iniziativa Corporate Art Awards, inserita all’interno della settimana della Cultura di Confindustria, hanno partecipato 80 aziende da oltre 22 nazioni, (Stati Uniti d'America, Cina, Giappone, Brasile, Columbia, Italia, Francia, Sud Africa, Gran Bretagna, Belgio e altri).

Deutsche Bank. ha vinto questa prima edizione del Corporate Art Awards per la “Migliore Collezione Corporate”. Da tempo esempio di mecenatismo culturale, Deutsche Bank Collection, nata a metà degli anni Settanta, oggi rappresenta una delle più importanti collezioni corporate a livello internazionale di arte contemporanea basata su opere di carta e fotografie, esposta in 900 sedi dell'Istituto in tutto il mondo. La sezione presente in Italia è esposta a Milano, nel quartier generale dell'Istituto in zona Bicocca e nella sede di via Turati, e a Roma, presso la sede di Piazza Santissimi Apostoli. Oggi le tre sezioni contano insieme oltre 600 opere, alcune delle quali provenienti dalla collezione globale, molte nuove acquisizioni e talune appositamente commissionate dall'Istituto ad artisti italiani.
“È per noi un onore ricevere il Corporate Art Award che conferma il nostro impegno nell’arte contemporanea sia in Italia sia a livello globale - ha commentato Flavio Valeri, Chief Country Officer Italia di Deutsche Bank -. Sin dalla sua inaugurazione nel 2007, la sezione italiana della Collezione è stata protagonista di numerosi progetti, contraddistinti da un unico obiettivo: creare accesso all’arte contemporanea per un numero sempre maggiore di persone, sviluppando piattaforme e momenti di confronto con un ampio target di nostri stakeholder, dai clienti agli esperti d’arte”.

La Luiss.“Siamo molto contenti che questo premio sia stato vinto da Deutsche Bank, che da sempre si è contraddistinta per le sue collaborazioni con il mondo dell’arte - ha affermato Luca Desiata, professore di “Corporate Art” presso laLuiss Business School e fondatore di pptArt -. A questa prima edizione dei Corporate Art Awards hanno partecipato aziende da tutto il mondo con progetti molto interessanti, la competizione è stata ad altissimo livello.”
Con Deutsche Bank Collection, viene introdotto anche in Italia il concetto “Art works” che guida l’esposizione dei lavori artistici nelle sedi della banca, dove le opere sono collocate a diretto contatto con collaboratori e clienti - negli uffici, nelle sale conferenze e nei corridoi - per coltivare il talento e sviluppare la creatività sul luogo di lavoro. A Milano, le opere di giovani emergenti trovano così spazio accanto ai lavori di artisti contemporanei tra i più significativi, come: Lucio Fontana, Luigi Ghirri, Gabriele Basilico, Alberto Garutti, Tobias Rehberger, Massimo Bartolini, Paola Pivi, Pierpaolo Campanini, Lara Favaretto, Patrick Tuttofuoco, Luca Vitone e Armin Linke.

© Riproduzione riservata