ArtEconomy24

Ottico-dinamico, 1960

  • Abbonati
  • Accedi

Ottico-dinamico, 1960

Alberto Biasi  Padova, 1937

Tecnica:  Rilievo in pvc su tavola dipinta, 85 x 85 x 4 cm, lato 60 cm.
Stima:  L'opera non è in vendita.
Courtesy opera:  MAAB Gallery
Archivio:  MAAB Gallery, Milano.
Catalogo ragionato: «Le Trame 1959-1960» a cura di M. Biasi, Dep Art, 2013. «Rilievi ottico-dinamici» a cura di A. Zanchetta, MAAB, 2014.

In galleria: MAAB Gallery (Milano); Tornabuoni (Firenze, Parigi, Londra).Quotazione: L'aggiudicazione più recente è 9.576 € per The Little Break Dance 1981, 50 x 50 x 4 cm, tecnica mista su tavola, da Cornette de Saint-Cyr di Bruxelles il 26 giugno 2018 da una stima di 8.000-12.000 €. In galleria (MAAB Gallery) le opere vanno dai 30.000 per i lavori recenti ai 150.000 € per quelli storici. I passaggi in asta sono stati 436 di cui 300 venduti (68%).
Top-price: 152.400 € per Ottico dinamico, 1961, 84 x 84,5 x 7,4 cm, tecnica mista, da Christie’s Milano il 29 aprile 2015, dalla stima di 20.000-30.000 €.

Commento:
Nato a Padova nel 1937, la sua opera è legata a un forte impegno politico e sociale. Dal 1959 al 1967 fa parte del Gruppo N. Nel 1961 entra nel movimento “Nuove tendenze”. Nel 1962, col Gruppo N, Bruno Munari, Enzo Mari e il Gruppo T, fonda il movimento dell’Arte Programmata. Nel 1965 partecipa alla mostra del MoMA «The Responsive Eye». I suoi lavori interagiscono con lo spettatore con l’effetto di apparente movimento. Da qui l’attenzione per le problematiche legate al cinetismo e alle ricerche sulla percezione visiva e sugli stimoli luminosi. Dagli anni Novanta pone l’attenzione sui colori che rafforzano la tridimensionalità delle sue opere con un interesse crescente per la scultura. Monografiche nel 2006 all’Heritage e nel 2009 a Palazzo Reale di Genova. Le sue opere sono nel Museion di Bolzano, al Maga di Gallarate, alla Slovak National Gallery di Bratislava, al Macba di Buones Aires e al Msu di Zagrabria.(Federico Guidetti)