ArtEconomy24

Come cambia il collezionismo in Cina e nel mondo

  • Abbonati
  • Accedi
mercato dell’arte

Come cambia il collezionismo in Cina e nel mondo

Zao Wou-Ki, 14.12.59, venduto per 176.725.000 HK$, Courtesy Christie's
Zao Wou-Ki, 14.12.59, venduto per 176.725.000 HK$, Courtesy Christie's

Da vent'anni a questa parte l'importanza dei collezionisti cinesi nel mercato dell'arte internazionale è cresciuta enormemente. Francis Curiel, Chairman Asia & Europe diChristie's, ci ha parlato dello sviluppo e delle prospettive del collezionismo in Cina e a livello internazionale.
Come si sta sviluppando il collezionismo in Cina?
La Cina è stata una forza pionieristica alla base del vivace mercato dell'arte in Asia. Con un lungo e ricco patrimonio culturale, i cinesi hanno un naturale apprezzamento per l'arte e la bellezza, che alimenta il collezionismo. Ma il ritmo e le proporzioni sono davvero aumentati insieme alla rapida crescita del paese e della sua ricchezza. Nell'ultimo decennio gli acquirenti cinesi sono attivi non solo in Asia, ma stanno acquistando nelle sedi di Christie's in tutto il mondo e attraverso tutte le piattaforme: aste, vendite private e online.

Francis Curiel, Francis Curiel, Chairman Asia & Europe di Christie's, Courtesy Christie's

Che tipo di arte cercano i collezionisti cinesi?
Come gli intenditori di altre parti del mondo, i collezionisti cinesi continuano a cercare la qualità nell'arte. Per ragioni culturali esisterà sempre un solido mercato per l'arte cinese, dalle ceramiche alle pitture a inchiostro classiche e moderne, al più recente inchiostro cinese contemporaneo. Ma i cinesi, in particolare la generazione più giovane e più occidentalizzata, sono sempre più aperti alle categorie non asiatiche, come l'arte del dopoguerra e contemporanea, impressionista e moderna, i maestri antichi, il design del XX e XXI secolo e, ultimamente, l'arte tribale.

Yun Gee, Old Broadway in Winter, venduto per 58.600.000 HK$, Courtesy Christie's

Cresce, quindi, l'interesse per l'arte internazionale? Per quali artisti?
L'interesse cinese per l'arte internazionale o occidentale sta sicuramente crescendo e i cinesi possiedono sia i mezzi che la raffinatezza per gareggiare per i migliori lotti in molte delle nostre aste in tutto il mondo. Favoriscono i migliori artisti di ogni categoria e periodo e hanno già contribuito a stabilire molti record da Christie's. Per questi collezionisti d'importanza mondiale, l'arte di qualità è un investimento eccellente, che si distingue per bellezza, rarità, provenienza e stato di conservazione. L'arte e la bellezza, inoltre, infiammano i cuori e le menti e sono capaci di generare infinite soddisfazioni emotive e intellettuali.

Chen Yifei, Beauties on Promenade, venduto per 83.350

E l'interesse internazionale per l'arte cinese sta crescendo a livello internazionale?
La bellezza, l'artigianalità e la prospettiva originale dell'arte cinese godono di un seguito globale, e non solo tra gli espatriati cinesi. L'arte cinese è una categoria d'investimento molto popolare in Occidente. Per alcune categorie dell'arte cinese, come ad esempio le opere d'arte storiche, l'appetito occidentale si è sviluppato secoli fa, mentre quello per l'arte cinese moderna e contemporanea è un fenomeno più recente. Registriamo prezzi importanti in particolare per i maestri moderni come Zao Wou-ki, poiché il pubblico globale apprezza l'unicità del suo lavoro e riconosce il suo contributo all'ecosistema artistico globale. L'arte contemporanea cinese ha iniziato a richiamare l'attenzione internazionale negli anni '80 ed è stata molto richiesta in tutto il mondo per i due decenni successivi. Il mercato si è stabilizzato un po' negli ultimi anni, probabilmente in previsione del prossimo scatto di crescita.

Quali sono le tendenze che avete osservato nel mercato dell'arte cinese in questa prima metà dell'anno?
La storia del collezionismo d'arte in Cina è stata una storia di espansione, stimolata da una crescente conoscenza, ricchezza e fiducia. Questa tendenza è evidente nel primo semestre dell'anno da Christie's. A maggio 2018, infatti, la nostra asta serale di arte asiatica del XX secolo e d'arte contemporanea ha raggiunto il totale più alto mai registrato, pari a 1.040.390.000 dollari di Hong Kong (132.5 milioni di dollari americani). A livello globale le vendite di Christie's sono aumentate del 35% fino a quasi 4 miliardi di dollari americani, rendendo la prima metà del 2018 il totale semestrale più alto della storia dell'azienda. L'industria artistica è in forte espansione e gli acquirenti cinesi sono stati parte integrante del successo dell'industria artistica. I cinesi in quanto artisti, intenditori e collezionisti continueranno ad essere una forza dominante nel mondo dell'arte.

© Riproduzione riservata