ArtEconomy24

Afrikan Boy Sittin', 2015 (edizione 3 di 5+2 PA).

  • Abbonati
  • Accedi

Afrikan Boy Sittin', 2015 (edizione 3 di 5+2 PA).

Hassan Hajjaj  Larache (Marocco), 1961

Tecnica: Cornice: legno verniciato bianco lucido con scatole di tè; Foto: lambda metallica su dibond 3mm.
Stima: 13.500 sterline + Iva (15.554 €).
Courtesy opera: Vigo Gallery.
Archivio: Non esiste.
Catalogo ragionato: Non esiste.

In galleria: Vigo Gallery (Londra), Riad Dyma (Marrakech, di proprietà dell'artista).Quotazione: L'ultima aggiudicazione è 11.316 € per Dupe, 2016, fotografia, 136 x 93 cm, da Sotheby's a Londra il 23 ottobre 2018 (stima 6.789-10.184 €). I passaggi in asta sono 74 di cui 28 invenduti (38%). In galleria (Vigo Gallery) i prezzi vanno da circa 10.000 a circa 40.000 £.
Top-price: 16.860 € per M.U.S.A., 2009, fotografia, 73,7 x 107 cm, da Sotheby's a Doha, il 22 aprile 2013 (stima 11.495-15.327 €).

Commento:
Abbandonato il Marocco per Londra in tenera età, attualmente Hassan Hajjaj vive tra Londra e Marrakesh. Fortemente influenzato dall'hip-hop e dal reggae di Londra e dalla sua eredità nordafricana, è un artista autodidatta, versatile, il cui lavoro include ritrattistica, installazione, performance, moda e interior design. I suoi mobili sono realizzati con oggetti riciclati del Nord Africa, casse rovesciate di Coca-Cola trasformate in sgabelli e lattine di alluminio come lampade. Dalla fine degli anni '80, Hajjaj ritrae amici, musicisti, artisti, sconosciuti dalle strade di Marrakesh con abiti disegnati da lui combinando il vocabolario visivo della fotografia di moda contemporanea e della pop art con la fotografia in studio di artisti africani. Il suo lavoro è nelle collezioni del Brooklyn Museum, New York; Nasher Museum of Art, Duke University, Durham, NC; Museo di Newark, nel New Jersey; Lacma, Los Angeles; V&A Museum, Londra; la Collezione Farjam, a Dubai; Institut des Cultures d'Islam, Parigi; Kamel Lazaar Foundation, Tunisia e Virginia Museum of Fine Art, Richmond, VA. (S.A.B.)