ArtEconomy24

30.10.64 - 11.04.78, 1964–1978

  • Abbonati
  • Accedi

30.10.64 - 11.04.78, 1964–1978

Zao Wou-Ki  Beijing (Cina), 1920 - Nyon (Svizzera), 2013

Tecnica: Olio su tela, 114 x 162 cm.
Stima: 3.418.000 sterline (circa 4.000.000 euro).
Courtesy opera: Waddington Custot (Londra).
Archivio: Fondation Zao Wou-Ki c/o Fiduciaire Verifid S.A.Rue du Rhône 100, 1211 Genève 3 - Svizzera
Catalogo ragionato: Nell'autunno 2019 sarà pubblicato il Volume I del catalogo (opere dalm1935 al 1959) e a seguire il Volume II (1960-1979) e il Volume III (1980-2008).

In galleria: Lavora con Gagosian, Waddington Custot (Londra), de Sarthe (Parigi, Hong Kong, Beijing), Applicant Prazan (Parigi)Quotazione: L'aggiudicazione più recente è 573.246 $ per 23.05.50, 1950 (lino/tela, 33,5x46 cm) da Sotheby's Hong Kong il 1 aprile 2019 rispetto a una stima compresa tra 509.552 e 764.328 $. Nel 2018 in asta i lotti venduti sono stati 490 con un turnover di 280.282.161 $ e un tasso di invenduto del 15%.
Top-price: $ 57.491.550 per Juin-Octobre 1985 (1985?6??10?), 1985 (Olio su tela, trittico 280x1000 cm) da Sotheby’s Hong Kong il 30 settembre 2018, senza indicazione delle stime pre asta. $ 57.491.550 per Juin-Octobre 1985, 1985 (Olio su tela, trittico 280x1000cm) da Sotheby's Hong Kong il 30 settembre 2018, senza indicazione delle stime pre asta.

Commento:
Maestro post war e artista cinese più venduto della sua generazione Zao Wou-Ki nasce il 13 febbraio 1920 a Beijing e muore a Nyon (Svizzera) il 9 aprile 2013. Le sue opere racchiudono elementi della pittura modernista e di quella tradizionale cinese. Per gran parte della sua carriera evitò di usare l'inchiostro preferendo i colori ad olio in stile calligrafico, combinando i movimenti gestuali della calligrafia tradizionale con la struttura compositiva della pittura astratta. Nel 1948 si trasferisce a Parigi e iniziò a spostarsi verso la pittura astratta. Nel 1957 durante un viaggio a New York con l'artista Pierre Soulages scopre l’espressionismo astratto di Paul Klee, Franz Kline, Philip Guston e Adolph Gottlieb, e sviluppa uno stile più audace lavorando con tele più grandi. A partire dalla fine degli anni '50, intitolò le sue tele solo con le date del loro completamento, annullando qualsiasi associazione con il soggetto e segnando l'evoluzione della sua opera. Più tardi negli anni '70, i dipinti si concentrano meno sulla linea e sul gesto, cercando invece un'atmosfera onirica in cui il primo piano e lo sfondo sono completamente sfocati. Il suo lavoro fa parte di oltre 150 collezioni pubbliche in più di 20 paesi tra cui MoMA, Guggenheim e Tate Modern. (M.A.M.)