ArtEconomy24

Untitled, 2017

  • Abbonati
  • Accedi

Untitled, 2017

Zeng Fanzhi  Wuhan (Cina), 1964

Tecnica: Olio su tela (220,3 x 220,3 x 5,2 cm)
Stima: n.d.
Courtesy opera: Artista e Hauser & Wirth
Archivio: http://fanzhistudio.com/
Catalogo ragionato: Pubblicato da Gladys Chung, si focalizza nel periodo dal 1980 al 2015 con i ritratti, le opere astratte e le serie Hospital Triptychs, Meat e Mask.

In galleria: Lavora con Hauser & Wirth, Gagosian Gallery e ShanghART Gallery.Quotazione: L’aggiudicazione più recente è 1.399.203 $ per Untitled (Mask Series), 2001 (olio su tela, 218,8 x 144 cm) da Sotheby's, Hong Kong il 1° aprile 2019 rispetto alla stima compresa tra 1.146.510 e 1.910.850 $. Nel 2018 in asta i lotti venduti sono stati 32 con un turnover di 22.953.564 $ e un tasso di invenduto del 18%. L’aggiudicazione più recente è 1,399,203 $ per Untitled (Mask Series), 2001 (Olio su tela, 218,8 x 144 cm) da Sotheby's, Hong Kong il 1 aprile 2019 rispetto a una stima compresa tra 1.146.510 e 1.910.850 $. Nel 2018 in asta i lotti venduti sono stati 32 con un turnover di 22.953.564 $ e un tasso di invenduto del 18%. L’aggiudicazione più recente è 1,399,203 $ per Untitled (Mask Series), 2001 (Olio su tela, 218,8 x 144 cm) da Sotheby's, Hong Kong il 1 aprile 2019 rispetto a una stima compresa tra 1.146.510 e 1.910.850 $. Nel 2018 in asta i lotti venduti sono stati 32 con un turnover di 22.953.564 $ e un tasso di invenduto del 18%.
Top-price: $ 20.640.000 per The Last Supper, 2001 (Olio su tela, 220x395 cm) da Sotheby’s Hong Kong il 5 ottobre 2013 (stime pre asta non sono state comunicate).

Commento:
Nato nel 1964 a Wuhan, nel 1991 si è diplomato in pittura ad olio presso l’Hubei Institute of Fine Arts. Oggi Zeng Fanzhi vive e lavora a Bejing ed è tra gli artisti contemporanei cinesi più celebrati. L'arte occidentale, la filosofia e le tecniche di Social Realist del movimento cinese New Wave del 1985 hanno caratterizzato la prima serie di dipinti, Meat Series e Hospital Triptychs che presentano ritratti carnosi ispirati da individui che l'artista aveva visto in una clinica vicino casa. Ma è con "Masks Series" che si impone sul mercato dell’arte. Il ritorno alla tradizionale pittura cinese a inchiostro lo ha portato poi a sviluppare “Landscape Series" che indaga sulla complessa tensione tra natura, fauna e umanità, ma allo stesso tempo ha continuato a ritrarre volti umani. Nasce “We Series” che comprende volti distorti dipinti a distanza ravvicinata, con ampie pennellate circolari che creano una presenza frenetica e urgente. Ha esposto nei più importanti musei e recentemente (marzo 2019) l’opera monumentale Untitled, 2018, è entrata a far parte della collezione del Lacma (Los Angeles). (M.A.M.)