ArtEconomy24

a Banca Patrimoni valuation day per i clienti e formazione per private banker

  • Abbonati
  • Accedi
art advisory

a Banca Patrimoni valuation day per i clienti e formazione per private banker

Paolo Giorsino, direttore commerciale di Banca Patrimoni Sella & C.
Paolo Giorsino, direttore commerciale di Banca Patrimoni Sella & C.

Banca Patrimoni, la banca specializzata del gruppoBanca Sella nella gestione ed amministrazione dei patrimoni della clientela privata ed istituzionale, gestisce 12,5 miliardi di masse e può contare su 440 private banker, non prevede soglia di liquidità per accedere al servizio private, nel quale è previsto anche l’art advisory. Paolo Giorsino, direttore commerciale di Banca Patrimoni Sella & C, spiega com'è cambiata negli ultimi tre anni la richiesta di servizi per l'arte dei clienti private. «La richiesta di consulenza in arte si è evoluta negli ultimi anni parallelamente all'evolversi del profilo dei clienti, soprattutto nella fascia High Net Worth Individual (HNWI), sempre più informati ed esigenti in merito alle opportunità di investimento. In particolare è cresciuta la consapevolezza che le opere d'arte hanno, oltre ad un valore affettivo, anche un valore economico nel proprio patrimonio, ed è quindi sempre più crescente la domanda di consulenza relativa a questo comparto».

Quali sono i servizi che la clientela richiede maggiormente?
Le esigenze sono diversificate e spaziano dalla richiesta di percorsi di valorizzazione di opere d'arte già presenti all'interno dei patrimoni, alla consulenza sulle procedure di compravendita in asta o in trattativa privata, nel seguire le pratiche di autenticazione dell'opera, perizie, restauri, trasporto in Italia e all'estero, assicurazione, o ancora il conferimento di opere d'arte a garanzia di prestiti.

Nei portafogli dei vostri clienti private in che percentuale è presente l'arte?
Seppur cresciuto negli ultimi anni, il peso degli investimenti in arte, e in generale dei cosiddetti “passion asset”, è ancora residuale nei portafogli dei nostri clienti.

Sono acquisti recenti o provengono dal patrimonio di famiglia?
Ci troviamo di fronte a diverse situazioni. C'è il collezionista diciamo “puro” che acquista e colleziona per passione, difficilmente vende le sue opere ma tendenzialmente le trasmette agli eredi, nella speranza che proseguano nella condivisione dei medesimi interessi; spesso ci troviamo di fronte a collezionisti “investitori” che decidono di acquistare arte in un'ottica di diversificazione del portafoglio, con un orizzonte d'investimento a medio-lungo termine, raramente con l'idea di sfruttare le opportunità offerte da un mercato illiquido e volatile. I venditori sono generalmente gli eredi che, non sempre consapevoli del reale valore economico e artistico del patrimonio ricevuto, si rivolgono ai nostri Private Banker per i servizi di valutazione o vendita.

Come viene fatta la valutazione, con il supporto di chi (art advisor, banche dati, società di valutazione indipendenti)? Il servizio viene fatto pagare o rientra nella consulenza a 360 gradi per la clientela private?
Affiancare il cliente nella gestione degli asset non finanziari richiede un'attenta preparazione ed è in quest'ottica che Banca Patrimoni ha investito negli ultimi anni da un lato per coinvolgere i private banker in percorsi di formazione dedicati, dall'altro per avvalersi della collaborazione di un proprio direttore artistico che, oltre a promuovere una serie di attività di mecenatismo e di impegno culturale attivo in collaborazione con le più importanti istituzioni artistiche nazionali, affianca i colleghi in alcune consulenze specifiche. Dal 2018 inoltre la direzione artistica di Banca Patrimoni Sella collabora con alcuni dei maggiori esperti internazionali di diagnostica scientifica, vero punto di svolta nello studio e nella certificazione delle opere d'arte, e ha portato in Italia il primo scanner per la riflettografia infrarossa a 1700 nm, una strumentazione di analisi molto sofisticata e innovativa.
Per la valutazione delle opere, collaboriamo inoltre con prestigiose gallerie d'arte insieme alle quali organizziamo nel corso dell'anno “valuation day” riservati alla nostra clientela.
Nell'ottica di fornire ai clienti un servizio di art advisory completo, possiamo poi contare sulla collaborazione con le società del gruppo,Sella Broker per gli aspetti assicurativi e Sella Fiduciaria nell'ambito delle intestazioni fiduciarie e dei trust, e con primari studi legali per ciò che attiene agli aspetti giuridici di tutela dell'autore dell'opera e del proprietario, nonché dei collezionisti. In tutti i casi, cerchiamo sempre di offrire un servizio personalizzato, affiancando il cliente nella gestione di ogni esigenza. In una logica di totale trasparenza, il cliente sostiene il solo costo relativo alla parcella del professionista di cui eventualmente si avvale.

© Riproduzione riservata

>