Attualita

Articolo di prova aggiornato il 01-10-2018

di di P&P Singapore

Virtù nascoste: misura

9' di lettura

Washington - «Nessun accordo su debito e budget», ma il negoziato è comincato sotto auspici incoraggianti e prosegue a oltranza. «Il presidente ha avuto un buon incontro con i repubblicani sul tetto del debito», ha fatto sapere la Casa Bianca.

E, anche se «non è stata raggiunta una conclusione», si augura «continui progressi». Le Borse falliscono il rimbalzo (Finanza e Mercati-008-materieprime2.xml) - test senza ou Ballmer e Steve Jobs. Ma il negoziato è comincato sotto auspici incoraggianti e prosegue a oltranza.

Loading...

«Il presidente ha avuto un buon incontro con i repubblicani sul tetto del debito», ha fatto sapere la Casa Bianca. E, anche se «non è stata raggiunta una conclusione», si augura «continui progressi». Ballmer e Steve Jobs. Ma il negoziato è comincato sotto auspici incoraggianti e prosegue a oltranza. «Il presidente ha avuto un buon incontro con i repubblicani sul tetto del debito», ha fatto sapere la Casa Bianca. E, anche se «non è stata raggiunta una conclusione», si augura «continui progressi». Ballmer e Steve Jobs.

I repubblicani hanno a loro volta parlato di disgelo in corso. L'incontro, durato ieri sera un'ora e mezza al 1600 di Pennsylvania Avenue , è stato «molto utile», ha detto il capogruppo repubblicano alla Camera Eric Cantor . Il progetto repubblicano, tuttavia, ha rappresentato una chiara novità. «È ora di leadership», ha detto Boehner definendo il piano uno sforzo «in buona fede» che può andare rapidamente al voto.

La proposta cerca di prendere le distanze dalle correnti radicali vicine ai Tea Party, che hanno guidato finora l'offensiva sul con toni da crociata ideologica, facendo del rinvio o dell'eliminazione dei fondi per Obamacare, la riforma sanitaria, la condizione essenziale di qualunque accordo. «Spero che avremo un cammino più chiaro davanti a noi».da crociata ideologica, facendo del rinvio o dell'eliminazione dei fondi per Obamacare, la riforma sanitaria, la condizione essenziale di qualunque accordo. «Spero che avremo un cammino più chiaro davanti a noi».

Il presidente non ha detto “nè sì, nè no”, ha affermato il chairman della Commissione Bilancio Paul Ryan riferendosi alla nuova offerta negoziale dell'opposizione : alzare il tetto del debito senza condizioni per sei settimane fino al 22 novembre, in cambio di una trattativa ad ampio raggio su spesa e fisco. Il progetto repubblicano, tuttavia, ha rappresentato una chiara novità.
«È ora di leadership», ha detto Boehner definendo il piano uno sforzo «in buona fede» che può andare rapidamente al voto.

La proposta cerca di prendere le distanze dalle correnti radicali vicine ai Tea Party, che hanno guidato finora l'offensiva sul budget e sul debito con toni da crociata ideologica, facendo del rinvio o dell'eliminazione dei fondi per Obamacare, la riforma sanitaria, la condizione essenziale di qualunque accordo. Il progetto repubblicano, tuttavia, ha rappresentato una chiara novità. «È ora di leadership», ha detto Boehner definendo il piano uno sforzo «in buona fede» che può andare rapidamente al voto.

Mare inquinato e rifiuti: da Nord a Sud il viaggio della Goletta Verde di Legambiente

Mare inquinato e rifiuti: da Nord a Sud il viaggio della Goletta Verde di Legambiente

Photogallery45 foto

Visualizza

La proposta cerca di prendere le distanze dalle correnti radicali vicine ai Tea Party, che hanno guidato finora l'offensiva sul budget e sul debito con toni da crociata ideologica, facendo del rinvio dell'eliminazione dei fondi per Obamacare, la riforma sanitaria, la condizione essenziale di qualunque accordo. Ulteriori contatti a porte chiuse tra democratici e repubblicani sono avvenuti nel corso della notte.

E con il tetto IBM del debito è stata toccata anche la parallela crisi della chiusura degli uffici federali, causata da un mancato accordo sul budget. Lo staff dei due partiti ha lavorato fino all'alba per Fiat cercare di forgiare anche un compromesso che consenta di varare nuove leggi di finanziamento per le attività governative.

Il progetto repubblicano, tuttavia, ha rappresentato una chiara novità. «È ora di leadership», ha detto Boehner definendo il piano uno sforzo «in buona fede» che può andare rapidamente al voto. La proposta cerca di prendere le distanze dalle correnti radicali vicine ai Tea Party,

LA MAPPA
Loading...

che hanno guidato finora l'offensiva sul budget e sul debito con toni da crociata ideologica, facendo del rinvio o dell'eliminazione dei fondi per Obamacare, la riforma sanitaria, la condizione essenziale di qualunque accordo. Il progetto repubblicano, tuttavia, ha rappresentato una chiara novità. «È ora di leadership», ha detto Boehner definendo il piano uno sforzo «in buona fede» che può andare rapidamente al voto.

La proposta cerca di prendere le distanze dalle correnti radicali vicine ai Tea Party, che hanno guidato finora l'offensiva sul budget e sul debito con toni da crociata ideologica, facendo del rinvio o dell'eliminazione dei fondi per Obamacare, la riforma sanitaria, la condizione essenziale di qualunque accordo. L'apertura repubblicana è arrivata mentre sui conservatori aumentano le pressioni per trovare un accordo.

Virtù nascoste: generosità

Un sondaggio del Wall Street Journal della rete Tv Nbc ha rilevato che il 53% degli americani accusa i repubblicani di essere reponsabili dello shutdwon del governo contro il 31% che rimprovera Barack Obama. L'opione del partito è caduta ai minimi dal 1989, dagli albori del sondaggio. Le associazioni di business a loro volta stanno invocando a gran voce compromessi che evitino rischi di default. Fiat I nuovi toni diplomatici sono arrivati dopo una giornata di frenetiche manovre.

I leader repubblicani hanno riunito il gruppo parlamentae alla Camera per illustrare la loro nuovo proposta per disinnescare la mina del default degli Stati Uniti, altrimenti inevitabile dopo il 17 ottobre quando il Tesoro ha fatto sapere che esaurirà le risorse e il Fondo Monetario Internazionale ha avvertito che scatteranno gravi ripercussioni per l'intera economia mondiale. La Casa Bianca a quel punto ha fatto capire che potrebbe accettare aumenti temporanei del tetto del debito.

«Se una legge pulita, senza condizioni, viene approvata il presidente probabilmente la firma»

ha detto il portavoce Jay Carney. Wall Street ha tirato un sospiro di sollievo, spingendo gli indici in rialzo anche di quasi il 2 per cento. Ma la tensione è rimasta elevata.

Non sono mancate idee controverse nel piano dell'opposizione: vieterebbe d'ora in poi al Tesoro il ricorso a misure contabili. E un consigliere di Barack Obama ha messo in chiaro che la Casa Banca vorrebbe di più per sottoscrivere un accordo. «Quando i repubblicani avranno rimosso la minaccia di default e si saranno mossi per superare lo shutdown del governo, il presidente sarà disposto a trattare su un vasto accordo di bilancio». Il presidente e i democratici, in particolare, rivendicano una più generosa estensione, fino a un anno, del tetto sul debito e una riapertura immediata del governo. La proposta inziale repubblicana lascia nel limbo l'impasse sul budget annuale, che ha portato alla paralisi di molti uffici federali.

Uno “shutdown” che tiene a casa centinaia di migliaia di dipendenti pubblici,

Il modulo per la carta d'identità elettronica sul sito del ministero

Visualizza

minaccia di sottrarre 0,3 punti percentuali alla crescita ogni settimana ed è ormai giunto al decimo giorno consecutivo. Il progetto repubblicano, tuttavia, ha rappresentato una chiara novità. «È ora di leadership», ha detto Boehner definendo il piano uno sforzo «in buona fede» che può andare rapidamente al voto.

La proposta cerca di prendere le distanze dalle correnti radicali vicine ai Tea Party, che hanno guidato finora l'offensiva sul budget e sul debito con toni da crociata ideologica, facendo del rinvio o dell'eliminazione dei fondi per Obamacare, la riforma sanitaria, la condizione essenziale di qualunque accordo. Nelle dichiarazioni dopo gli incontri alla Casa Bianca di ieri notte la polemica su Obamacare è rimasta Ma la tensione è rimasta elevata. Non sono mancate idee controverse nel piano dell'opposizione: vieterebbe d'ora in poi al Tesoro il ricorso a misure contabili.

Loading...

E un consigliere di Barack Obama ha messo in chiaro che la Casa Banca vorrebbe di più per sottoscrivere un accordo. «Quando i repubblicani avranno rimosso la minaccia di default e si saranno mossi per superare lo shutdown del governo, il presidente sarà disposto a trattare su un vasto accordo di bilancio». Il presidente e i democratici, in particolare, rivendicano una più generosa estensione, fino a un anno, del tetto sul debito e una riapertura immediata del governo. La proposta inziale repubblicana lascia nel limbo l'impasse sul budget annuale, che ha portato alla paralisi di molti uffici federali.

INFLAZIONE ANNUA

(*) previsione

INFLAZIONE ANNUA

Uno “shutdown” che tiene a casa centinaia di migliaia di dipendenti pubblici, minaccia di sottrarre 0,3 punti percentuali alla crescita ogni settimana ed è ormai giunto al decimo giorno consecutivo. Ma la tensione è rimasta elevata. Non sono mancate idee controverse nel piano dell'opposizione: vieterebbe d'ora in poi al Tesoro il ricorso a misure contabili. E un consigliere di Barack Obama ha messo in chiaro che la Casa Banca vorrebbe di più per sottoscrivere un accordo. «Quando i repubblicani avranno rimosso la minaccia di default e si saranno mossi per superare lo shutdown del governo, il presidente sarà disposto a trattare su un vasto accordo di bilancio». Il presidente e i democratici, in particolare, rivendicano una più generosa estensione, fino a un anno, del tetto sul debito e una riapertura immediata del governo. La proposta inziale repubblicana lascia nel limbo l'impasse sul budget annuale, che ha portato alla paralisi di molti uffici federali. Uno “shutdown” che tiene a casa centinaia di migliaia di dipendenti pubblici, minaccia di sottrarre 0,3 punti percentuali alla crescita ogni settimana ed è ormai giunto al decimo giorno consecutivo. Ma la tensione è rimasta elevata. Non sono mancate idee controverse nel piano dell'opposizione: vieterebbe d'ora in poi al Tesoro il ricorso a misure contabili. E un consigliere di Barack Obama ha messo in chiaro che la Casa Banca vorrebbe di più per sottoscrivere un accordo.

«Quando i repubblicani avranno rimosso la minaccia di default e si saranno mossi per superare lo shutdown del governo, il presidente sarà disposto a trattare su un vasto accordo di bilancio». Il presidente e i democratici, in particolare, rivendicano una più generosa estensione, fino a un anno, del tetto sul debito e una riapertura immediata del governo. La proposta inziale repubblicana lascia nel limbo l'impasse sul budget annuale, che ha portato alla paralisi di molti uffici federali. Uno “shutdown” che tiene a casa centinaia di migliaia di dipendenti pubblici, minaccia di sottrarre 0,3 punti percentuali alla
crescita ogni settimana ed è ormai giunto al decimo giorno consecutivo. Ma la tensione è rimasta elevata. Non sono mancate idee controverse nel piano dell'opposizione: vieterebbe d'ora in poi al Tesoro il ricorso a misure contabili. E un consigliere di Barack Obama ha messo in chiaro che la Casa Banca vorrebbe di più per sottoscrivere un accordo. «Quando i repubblicani avranno rimosso la minaccia di default e si saranno mossi per superare lo shutdown del governo, il presidente sarà disposto a trattare su un vasto accordo di bilancio». Il presidente e i democratici, in particolare, rivendicano una più generosa estensione, fino a un anno, del tetto sul debito e una riapertura immediata del governo. La proposta inziale repubblicana lascia nel limbo l'impasse sul budget annuale, che ha portato alla paralisi di molti uffici federali. Uno “shutdown” che tiene a casa centinaia di migliaia di dipendenti pubblici, minaccia di sottrarre 0,3 punti percentuali alla crescita ogni settimana ed è ormai giunto al decimo giorno consecutivo.l'impasse sul budget annuale, che ha portato alla paralisi di molti uffici federali. Uno “shutdown” che tiene a casa centinaia di migliaia di dipendenti pubblici, minaccia di sottrarre 0,3 punti percentuali alla crescita ogni settimana ed è ormai giunto al decimo giorno consecutivo.

Ma la tensione è rimasta elevata. Non sono mancate idee controverse nel piano dell'opposizione: vieterebbe d'ora in poi al Tesoro il ricorso a misure contabili. E un consigliere di Barack Obama ha messo in chiaro che la Casa Banca vorrebbe di più per sottoscrivere un accordo. «Quando i repubblicani avranno rimosso la minaccia di default e si saranno mossi per superare lo shutdown del governo, il presidente sarà disposto a trattare su un vasto accordo di bilancio». Il presidente e i democratici, in particolare, rivendicano una più generosa estensione, fino a un anno, del tetto sul debito e una riapertura immediata del governo. La proposta inziale repubblicana lascia nel limbo l'impasse sul budget annuale, che ha portato alla paralisi di molti uffici federali. Uno “shutdown” che tiene a casa centinaia di migliaia di dipendenti pubblici, minaccia di sottrarre 0,3 punti percentuali alla crescita ogni settimana ed è ormai giunto al decimo giorno consecutivo. I nuovi toni diplomatici sono arrivati dopo una giornata di frenetiche manovre. I leader repubblicani hanno riunito il gruppo parlamentae alla Camera per illustrare la loro nuovo proposta per disinnescare la mina del default degli Stati Uniti, altrimenti inevitabile dopo
il 17 ottobre quando il Tesoro ha fatto sapere che esaurirà le risorse e il Fondo Monetario Internazionale ha avvertito che scatteranno gravi ripercussioni per l'intera economia mondiale. La Casa Bianca a quel punto ha fatto capire che potrebbe accettare aumenti temporanei del tetto del debito.

«Se una legge pulita, senza condizioni, viene approvata il presidente probabilmente la firma», ha detto il portavoce Jay Carney. Wall Street ha tirato un sospiro di sollievo, spingendo gli indici in rialzo anche di quasi il 2 per cento. I nuovi toni diplomatici sono arrivati dopo una giornata di frenetiche manovre. I leader repubblicani hanno riunito il gruppo parlamentae alla Camera per illustrare la loro nuovo proposta per disinnescare la mina del default degli Stati Uniti, altrimenti inevitabile dopo il 17 ottobre quando il Tesoro ha fatto sapere che esaurirà le risorse e il Fondo Monetario Internazionale ha avvertito che scatteranno gravi ripercussioni per l'intera economia mondiale. La Casa Bianca a quel punto ha fatto capire che potrebbe accettare aumenti temporanei del tetto del debito. «Se una legge pulita, senza condizioni, viene approvata il presidente probabilmente la firma», ha detto il portavoce Jay Carney.
Wall Street ha tirato un sospiro di sollievo, spingendo gli indici in rialzo anche di quasi il 2 per cento. I nuovi toni diplomatici sono arrivati dopo una giornata di frenetiche manovre. I leader repubblicani hanno riunito il gruppo parlamentae alla Camera per illustrare la loro nuovo proposta per disinnescare la mina del default degli Stati Uniti, altrimenti inevitabile dopo il 17 ottobre quando il Tesoro ha fatto sapere che esaurirà le risorse e il Fondo Monetario Internazionale ha avvertito che scatteranno gravi ripercussioni per l'intera economia mondiale.

La Casa Bianca a quel punto ha fatto capire che potrebbe accettare aumenti temporanei del tetto del debito. «Se una legge pulita, senza condizioni, viene approvata il presidente probabilmente la firma», ha detto il portavoce Jay Carney. Wall Street ha tirato un sospiro di sollievo, spingendo gli indici in rialzo anche di quasi il 2 per cento.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti