ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla trattativa

As Roma, accordo vicino per il passaggio da Pallotta a Friedkin

La trattativa è avanzata ma non è ancora conclusa, precisa l’As Roma su richiesta della Consob. In Borsa le azioni salgono del 4,26% a 0,685

di Gianni Dragoni

default onloading pic
(ANSA)

La trattativa è avanzata ma non è ancora conclusa, precisa l’As Roma su richiesta della Consob. In Borsa le azioni salgono del 4,26% a 0,685


4' di lettura

La Magica sta per cambiare proprietario. Dan Friedkin al posto di James Pallotta. Un nuovo padrone americano al posto dell’italo-americano non molto amato dalla tifoseria. La trattativa è avanzata, ma non è ancora conclusa, precisa l’As Roma su richiesta della Consob. In Borsa le azioni salgono del 4,26% a 0,685, dopo aver aperto a 0,718. Nell’ultimo mese, spinte dalle indiscrezioni sul cambio di proprietà, le azioni hanno guadagnato il 22,3 per cento.

Le trattative e la società del Delaware
Le trattative sono condotte dalla controllante As Roma Spv Llc, la società americana controllata da Pallotta e altri soci americani che ha sede nel Delaware. Le trattative hanno come oggetto il passaggio del controllo di Neep Roma Holding Spa, la società italiana, con sede presso lo studio legale Tonucci, che detiene la maggioranza azionaria (83,28%) della società di calcio e il centro sportivo di Trigoria. Circa il 17% delle azioni della Roma è flottante, sul mercato e soggetto a forti movimenti di prezzo in Borsa. Una parte di queste azioni, il 3,29%, è detenuto direttamente dalla società americana di Pallotta e soci, che nel complesso possiede quindi l’86,577% della Roma. Neep Roma Holding è posseduta al 100% dalla società del Delaware.

Il comunicato del club: «Nessun accordo formalizzato»
Stamattina la società di calcio ha emesso il seguente comunicato, a nome della controllante americana: «Su richiesta di Consob, con riferimento ad alcune notizie apparse recentemente sugli organi di stampa in relazione ad una possibile operazione che vede interessati As Roma Spa ed il Gruppo Friedkin - si legge nel comunicato - As Roma Spv Llc, società che detiene il controllo indiretto di As Roma Spa, tramite la sua controllata Neep Roma Holding Spa, informa il mercato che sono in corso negoziazioni tra il Gruppo Friedkin e As Roma Spv llc in merito ad una potenziale operazione che interessa Neep Roma Holding Spa e le sue società controllate, inclusa As Roma Spa (di seguito “Gruppo As Roma Spa”). Al riguardo, As Roma Spv Llc - prosegue la nota - informa che ad oggi non è stato ancora formalizzato alcun accordo definitivo per la cessione di Neep Roma Holding Spa e delle società controllate e che qualsiasi operazione con il Gruppo Friedkin è subordinata al completamento con esito positivo delle attività di due diligence legale sul Gruppo As Roma. In caso di perfezionamento di accordi definitivi aventi ad oggetto il trasferimento delle partecipazioni detenute in As Roma Spa, As Roma Spv Llc fornirà adeguata informativa al mercato nei termini di legge».

La due diligence
Da questa nota si può comprendere che l’accordo è vicino ma non è ancora concluso. Prima di Natale c’era ancora una leggera differenza di prezzo tra venditore e potenziale compratore. Nelle ultime ore però ci sarebbe stata una convergenza. In caso di intesa finale, questa dovrebbe essere sottoposta alla verifica finale sui bilanci e sulla situazione finanziaria e patrimoniale, attraverso la “due diligence legale” menzionata nel comunicato.

Il valore potenziale della cessione
Secondo indiscrezioni, non confermate da fonti ufficiali, l’intero gruppo As Roma potrebbe essere ceduto per una valutazione di circa 790 milioni di dollari, che al cambio attuale corrisponde a 708,5 milioni di euro. Nella valutazione sono inclusi i debiti finanziari della società di calcio. Secondo gli ultimi dati pubblicati, al 30 settembre 2019, l’As Roma aveva debiti finanziari netti consolidati per 272,08 milioni di euro. La Roma calcola il debito finanziario nettandolo dai crediti finanziari non correnti, mentre le raccomandazioni dell’autorità finanziaria europea di Borsa (Esma) dicono che le attività non correnti vanno escluse, pertanto seguendo il metodo Esma il debito finanziario netto sarebbe un po’ più alto, per esempio al 30 giugno 2019 - secondo quanto sottolineato dal revisore, Deloitte - il debito netto sarebbe stato più alto di circa 17 milioni di euro rispetto a quello dichiarato dalla società nei prospetti contabili.

Esborso vicino ai 420 milioni
Stando a queste cifre, l’esborso in denaro fresco che Friedkin dovrebbe fare per comprare la Roma, riferito al 100% del capitale, sarebbe compreso tra circa 420 e 430 milioni. Ci potrebbero essere variazioni in base ai dati più aggiornati che non sono noti. In questa somma sarebbe compreso l’esborso per l’aumento di capitale di 150 milioni di euro che l’assemblea della Roma ha deliberato il 28 ottobre scorso. La ricapitalizzazione, secondo la delibera dei soci, deve essere eseguita entro il 31 dicembre 2020. Il bilancio consolidato al 30 giugno 2019 della Roma si è chiuso con una perdita netta di -24,3 milioni (-25,5 milioni l'anno precedente), con ricavi operativi pari a 232,75 milioni (senza includere le plusvalenze, che sono calcolate però nel risultato finale). La Roma ha contabilizzato plusvalenze nette per la cessione di calciatori per 128,8 milioni (54 milioni l'esercizio precedente). Il patrimonio netto consolidato al 30 giugno era negativo pari a -127,45 milioni.

L’Opa sul flottante
Se la cessione verrà perfezionata l’acquirente dovrà lanciare l’Offerta pubblica d’acquisto sul flottante, circa il 17% dell’As Roma, allo stesso prezzo pagato per avere il controllo. Alle quotazioni attuali il 100% del capitale della Roma secondo la Borsa vale circa 430 milioni. Cioè è allineato al prezzo che, se le indiscrezioni saranno confermate, il compratore dovrebbe pagare per acquisire il club.

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Gianni DragoniCaporedattore, inviato

    Luogo: Roma

    Lingue parlate: italiano, inglese, francese

    Argomenti: economia, finanza, industria aerospazio, difesa, industria ferroviaria, trasporto aereo, grandi aziende pubbliche, privatizzazioni, bilanci società di calcio, stipendi manager, governance società quotate, conflitti d'interesse

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti