Hi-tech

Asg fornirà i magneti per un nuovo sistema di cura dei tumori coi protoni

L’azienda della famiglia Malacalza lavorerà con il centro Hzdr di Dresda e la startup canadese MagnetTx per un macchinario rotante che sarà il primo di quel tipo al mondo

di Raoul de Forcade

I punti chiave

  • Primo prototipo al mondo
  • Cura dei tumori con protonterapia
  • Magneti costruiti in Italia

3' di lettura

Asg Superconductors (società della famiglia Malacalza) ha ottenuto una commessa dal centro di ricerca tedesco Helmholtz-Zentrum Dresden-Rossendorf (Hzdr) per partecipare, fornendo la parte di magneti, alla realizzazione, insieme a MagnetTx, del primo prototipo al mondo di sistema per protonterapia (che aggredisce i tumori con un fascio di protoni) capace di seguire, in tempo reale, il movimento della massa tumorale attraverso la risonanza magnetica.

Il valore della commessa non è stato esplicitato, tuttavia, secondo esperti del settore, un progetto di questo genere ha un valore di circa 5 milioni di euro e la parte magnetica incide sul totale per circa 2,5 milioni.

Loading...

La soluzione che sarà realizzata in Germania, combina un dispositivo di risonanza magnetica rotante (denominato Linac-Mr) al quale Asg aveva già lavorato insieme alla startup canadese Magnet Tx (emanazione del centro di ricerca Alberta Health Services), con un fascio di protoni messo a punto presso il National center for radiation research in oncology di Dresda.

Prototipo

Attraverso questo sistema e le sue capacità di imaging in tempo reale e ad alto contrasto per gli organi del torace, dell’addome e del bacino, il team di Aswin Hoffmann, capo ricercatore Hzdr, intende realizzare il primo prototipo da utilizzare in seguito nella clinica.

«La particolarità di questo scanner di risonanza magnetica - spiea - è che può essere ruotato intorno al paziente rispetto al fascio, permettendoci di studiare gli effetti dosimetrici e biologici del fascio sui campi magnetici della risonanza magnetica sia perpendicolari che paralleli al fascio di protoni».

L’acquisizione di immagini real-time, nelle aspettative del team di progetto, consentirà di sincronizzare il fascio di protoni con il movimento della massa tumorale durante l'erogazione della dose di radiazioni. Grazie a questo prototipo, di cui si prevede l'installazione entro il 2022, sarà possibile quindi il monitoraggio in tempo reale tramite risonanza magnetica delle terapie per cure più precise, efficaci e meno invasive.

Nuova tecnica

La protonterapia è una tecnica emergente di irraggiamento dei tumori che preserva il tessuto circostante grazie ad una limitata profondità di penetrazione dei protoni, migliore rispetto alla radiazione convenzionale a base di raggi X.

Tuttavia, l’efficacia della protonterapia senza imaging in tempo reale è, allo stato attuale, limitata dal movimento della massa tumorale, dai cambiamenti anatomici durante la terapia, anche dalla semplice respirazione e dalle minime imprecisioni di posizionamento del paziente.

Il sistema per risonanza magnetica rotante sarà prodotto da Asg Superconductors, basandosi sul magnete superconduttivo aperto (nella foto) creato dall’azienda ligure per il sistema Mropen Evo, l’unica risonanza al mondo realmente “aperta”, specificamente adattato alle esigenze della radioterapia guidata con risonanza magnetica.

Il precedente

Questa soluzione, come si è accennato, è stata già realizzata per l’Alberta Health Services in Canada e la sua spin-off MagnetTx oncology solutions che, a sua volta, svilupperà il sistema meccanico che consentirà la rotazione dello scanner e i metodi di elaborazione delle immagini per tracciare automaticamente il tumore in tempo reale.

La progettazione e la produzione dell’intero sistema - che peserà 30 tonnellate ma sarà anche green grazie alla tecnologia superconduttiva ad alta temperatura Mgb2 di Asg, che non utilizza elio (una risorsa costosa e per cui esistono problemi di approvvigionamento) - è già entrata nella fase operativa e verrà prodotto nella storica sede di Genova di Asg prima di essere trasportato in Germania.

«Siamo molto felici - afferma Marco Belardinelli, Mri business unit director di Asg - per questa collaborazione con partner di prestigio; l’utilizzo dei nostri sistemi e tecnologie per portare innovazione anche nella cura dei tumori è motivo di orgoglio ma anche conferma di essere sulla strada giusta».

Mike Cogswell, Presidente di MagnetTx, da parte sua, aggiunge: «Siamo molto positivi per la nostra partnership con Hzdr e Asg; non vediamo l’ora di lavorare insieme per contribuire a migliorare la terapia dei tumori e le tecnologie industriali collegate».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti