L’assegno unico per i figli è legge: dai beneficiari agli importi, come funziona

3/8Politica Economica

Assegno unico / La ripartizione

L' assegno sarà universale in quanto arriverà a tutte le famiglie. Verrà erogato mensilmente per ciascun figlio, dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni di età. Ma l'assegno sarà anche progressivo. Le famiglie meno abbienti riceveranno di più e le più ricche avranno solo una quota base. L'importo sarà modulato in base all'Isee della famiglia e alla sua numerosità. Sarà perciò maggiorato a partire dal terzo figlio. Inoltre l'assegno sarà maggiorato - secondo un'aliquota non inferiore al 30% e non superiore al 50%, per ciascun figlio con disabilità, rispettivamente minorenne o maggiorenne e di età inferiore a ventuno anni, con importo della maggiorazione graduato secondo le classificazioni della condizione di disabilità.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti