IL BUDGET DA CALCOLARE

Assicurazione in viaggio: il costo e le coperture delle polizze

In alcuni Paesi dove è richiesto il visto è obbligatoria o fortemente consigliata

di Lucilla Incorvati


default onloading pic

5' di lettura

Estate tempo di viaggi e vacanze. Una conferma arriva dal fatto che il 61% degli italiani ha pianificato periodo di riposo durante i mesi estivi (solo l'1% in meno dello scorso anno). Una percentuale, questa, in linea alla media europea 63%. Secondo l'analisi di Europ Assistance, tra le principali compagnie assicurative nel settore delle coperture per viaggi, il budget medio di spesa per i viaggiatori italiani è di circa 1.700 euro, mentre la media UE ammonta a 2mila euro. Mettere in valigia una polizza che copre dai rischi più ricorrenti (annullamento del viaggio, perdita del bagaglio, incidenti e infortuni, etc) aiuta indubbiamente a partire più sereni.

Paese che vai, rischi che corri
La polizza è vivamente suggerita a chi ha intenzione di raggiungere in Paesi molto lontani, o a rischio o per quelle destinazioni dove le spese sanitarie da sostenere per eventuali cure mediche sono molto elevate. Tra questi troviamo paesi come Usa, Canada, Thailandia, Russia, una destinazione dove la copertura è necessaria per ottenere il visto e anche Marocco, Giappone.

Dalla revoca delle ferie all'annullamento del viaggio
Tra i rischi protetti ha debuttato di recente la revoca ferie. Ma quelle in cima alla lista delle preferenze resta per gli italiani l'annullamento del viaggio, copertura molto apprezzata da chi prenota voli low cost, più rigidi sui cambi di data. Si inserisce a metà circa della classifica (secondo una recente indagine realizzata da Ipsos per Europ Assistance) la copertura per problemi al mezzo di trasporto. Tra quelle meno gettonate c'è quella che copre dai ritardi nei trasporti e le coperture che proteggono dal rischio di attacco terroristico: secondo la stessa indagine le compra un italiano su quattro contro una media Europa di uno su tre.

Quando scatta l'annullamento
L'annullamento del viaggio è coperto solo se c'è una seria giustificazione comprovata. Ad esempio, se il giorno prima della partenza ci si è ammalati oppure per un infortunio o un lutto. Si è giustificati anche per ragioni di lavoro (ad esempio il licenziamento) o se si subiscono danni materiali all'abitazione. In ogni caso si deve sempre essere in grado di provare l'evento. La polizza annullamento viaggi va stipulata non oltre 8 giorni dalla data di prenotazione del viaggio. E se non è stata stipulata insieme alla prenotazione del viaggio, fra la decorrenza dell'assicurazione e l'inizio del viaggio devono intercorrere almeno 28 giorni. Attenzione, però, in alcuni casi (vedi Europe Assistance) se il biglietto non è stato acquistato sul sito della compagnia, la polizza va fatta entro il giorno dopo. Se, infine, avete acquistato un biglietto aereo con date flessibili, come date di viaggio si dovrà inserire il periodo massimo entro il quale si sta all'estero.

Vacanze in case in affitto
Chi decide di trascorrere le vacanze ricorrendo ad affitti brevi, home sharing e case vacanza può incorrere in alcuni rischi che le normali polizze di assicurazione viaggio faticano a coprire (un appartamento diverso da quello promesso o addirittura inesistente, un danno causato involontariamente alla casa o al suo contenuto, una possibile truffa come sempre più spesso si legge sui giornali). Per queste soluzioni ERGO Assicurazione Viaggi propone ormai da sei anni la polizza “Speciale Case Vacanza”, studiata ad hoc per coprire con un unico prodotto tutti i rischi legati all'affitto di una casa o di un residence, e per vivere la vacanza a “problemi zero con un'offerta che spazia dall'annullamento della prenotazione, alla necessità di interrompere il soggiorno con rimborso della parte non goduta, dall'indennizzo in caso di immobile non conforme a quello concordato a quello in caso di atti fraudolenti (immobile inesistente) fino alla copertura dei danni causati al proprietario dell'abitazione.

A chi rivolgersi
Tutti gli intermediari che vendono coperture di importo unitario superiore ai 200 euro devono essere iscritti al Rui, anche se sono tour operator come previsto dall'Idd (Insurance Distribution Directive). Per avere un'idea si può ricorrere a dei comparatori che consentono confronti rapidi e sono una buona base di partenza. Proprio il prezzo resta infatti tra i principali elementi considerati nella scelta, insieme alla reputazione della compagnia, in Italia primo indicatore per il 20% di chi sceglie una polizza viaggi . Molti vettori aerei (Alitalia, Ryan Air, Easyjet, Blu Express) e alcuni portali turistici (Opodo, eDreams e Volagratis, Expedia) offrono delle coperture base mediante delle convenzioni dirette con le compagnie specializzate (Europ Assistance oppure Allianz global Assistance). In alternativa, è possibile comprare sempre online una polizza direttamente dal sito della compagnia, sia quelle specializzate nella copertura assicurativa dei viaggi, sia quelle attive in altri settori, come l'Rc auto (è il caso, per esempio, di Genertel ). Per i viaggiatori seriali potrebbe valere la pena (già a partire da più di due viaggi l'anno) stipulare un contratto annuale con il quale si può risparmiare ma e avere una protezione molto più estesa.


Si allargano i servizi
Tra le novità arriva ad esempio da Europ Assistance la piattaforma MyClinic, che, grazie all'utilizzo via smartphone, rappresenta un vero e proprio medico in tasca. Attraverso l’opzione “richiesta assistenza” si può ottenere un accesso veloce e immediato con la Centrale Operativa, i clienti Europ Assistance hanno a disposizione un'equipe medica per video chiamate di primo consulto e l'accesso ad un sistema certificato di autovalutazione dei sintomi. Inoltre il passaporto salute, contenente i dati sanitari tradotti in 8 lingue da poter condividere in caso di necessità con i medici ovunque nel mondo, e la cartella salute per archiviare in formato digitale dati su farmaci e misurazioni, a cui si può accedere per la compilazione 30 giorni prima della partenza.

Il costo
Non è detto che la maggior rischiosità di un Paese faccia salire il prezzo di una copertura. Per esempio si scopre che costa di più assicurare un viaggio nel civile Canada che non mettersi al sicuro da un safari in Sud Africa.
Abbiamo chiesto a Europ Assistance di calcolare due preventivi per due diverse destinazioni Stati Uniti/ Canada e Sud Africa, paesi dove, si ipotizza, si voglia trascorrere una vacanza di 15 giorni una famiglia composta da madre, padre e due ragazzi rispettivamente di 19 e 16 anni. Il costo complessivo può andare dai 594 ai 710 euro complessivi (da 148 a 177 euro a persona). La copertura comprende per tutti e quattro l'assistenza sanitaria immediata, rimborso spese mediche per un milione di euro, una responsabilità civile per 250 mila euro. La differenza di prezzo è legata alla copertura bagaglio: quella base copre solo abbigliamento per un massimo di mille euro quella top di 2.500 euro (include danneggiamento pc, tablet e attrezzatura sportiva )
Per il viaggio in Sud Africa si consiglia la copertura estensione Mondo. Qui, ipotizzando sempre lo stesso nucleo e con le stesse coperture (assistenza sanitaria, rimborso spese mediche di un milione, bagaglio base (mille euro) oppure top di 2.500 e la solita responsabilità civile di 250 mila il premio totale oscilla da 400 a 514 euro (da 100 a 128 euro a persona).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...